Godiamoci la Salernitana

Scritto da , 22 Agosto 2021
image_pdfimage_print

di Raffaele Schiavone

GodiAmocelA. Dopo più di vent’anni, la Salernitana, per la terza volta nella sua centenaria storia, rivede la serie A, ricalca palcoscenici sportivi che questa città e i suoi tifosi meritano. Perciò godiamocela, questa serie A, senza isterismi, presunzioni, contestazioni e sogni impossibili. Godiamocela, questa stagione. Dieci mesi e 38 partite, con la speranza di conquistare uno dei due obiettivi che il club granata deve raggiungere: la salvezza, innanzitutto. Prima ancora, però, entro la fine dell’anno, dovrà essere noto il nome del tanto atteso nuovo proprietario. La speranza è che, con Lotito o no alle spalle, questo signore sia all’altezza delle aspettative della tifoseria granata. E che, già nella seconda sessione di calciomercato, intervenga mostrando le proprie ambizioni, i propri obiettivi. Perché senza voler già fare analisi e/o esprimere giudizi sull’attuale organico della Salernitana, di certo c’è che il ds Fabiani, di più non poteva fare. Con alcune abili operazioni di mercato (vedi gli arrivi di Bonazzoli e Simy nonché di qualche straniero sconosciuto ai più ma che si spera abbia tanta voglia di far bene nel nostro massimo campionato), il dirigente granata ha messo su una squadra da poter schierare in serie A. Date le premesse, è già qualcosa. Bisogna stringere i denti e resistere fino al 31 dicembre prossimo. Poi, si vedrà. Di positivo c’è anche un allenatore, Castori, che in queste situazioni caccia il meglio di sé, una sicurezza in questo contesto. Se riuscirà a costruire uno spogliatoio come quello della scorsa stagione, a forgiare l’organico con il proprio carattere, beh una fiammella di speranza c’è. Ma, non mettiamo pressione su questi ragazzi. Lasciamoli giocare con la speranza che ci facciano divertire e ci regalino quella salvezza in serie A che finora per la nostra Salernitana è stata solo una chimera. Ricordiamoci i simpatici proverbi che ripetevamo, come una cantilena, nella scorsa stagione: <zitt, zitt….> oppure <non ci credo ma….>. La stagione messa alle spalle è stata piena di sorprese, non solo quella regalataci dai ragazzi di Castori. E allora, hai visto mai?

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->