Galilei - Di Palo al primo posto tra gli istituti per coerenza tra studi fatti e lavoro trovato

Scritto da , 13 Novembre 2021
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

Annualmente, la Fondazione Agnelli realizza uno studio sul “valore” delle istituzioni scolastiche, espresso in termini dei risultati che i loro diplomati ottengono nei due settori principali: La carriera universitaria e l’inserimento nel mondo del lavoro. E proprio in merito a quest’ultimo punto la classifica della Fondazione Agnelli, vede al primo posto l’IIS “Galilei – Di Palo” diretto dal professor Emiliano Barbuto. Un’istituto il “Galilei – Di Palo che mira ad essere un punto di riferimento per l’inserimento nell’ambito lavorativo locale e nazionale ed un punto di connessione attiva con il mondo universitario. In particolare, la Vision dell’Istituto, come spiega attraverso una nota lo stesso dirigente scolastico, rimarca l’inserimento nell’ambito lavorativo. Pertanto, l’analisi dei risultati prodotti da Eduscopio si è concentrata su due particolari fattori che caratterizzano l’inserimento nel mondo lavorativo dei diplomati dell’IIS “Galilei – Di Palo”. Questi fattori sono: 1) L’Indice di Occupazione. Esso dice qual è la percentuale degli occupati (coloro che hanno lavorato almeno 6 mesi entro i primi due anni dal conseguimento dal diploma), su coloro che NON si sono immatricolati all’università (occupati+sottoccupati+altro). Dunque, per valutare la capacità formativa della scuola in termini di inserimento lavorativo dei diplomati, ci si concentra solo sui diplomati che hanno manifestato un interesse esclusivo per il mondo del lavoro. 2) La Coerenza. È la percentuale di diplomati che a 2 anni dal diploma lavorano e hanno una qualifica professionale perfettamente in linea con il titolo di studio conseguito. Non include coloro che lavorano ma hanno una qualifica professionale trasversale, cioè comune a più titoli di studio (ad es. commessi in attività commerciali di diversi settori merceologici), e per i quali non si può valutare con certezza il grado di coerenza; né ovviamente coloro che lavorano ma hanno una qualifica professionale non in linea con il proprio titolo di studio. Ed è per questo che nella classifica della Fondazione Agnelli l’IIS “Galilei – Di Palo” è primo classificato per Indice di Occupazione. In altre parole, il 46,26% degli ex studenti dell’IIS “Galilei – Di Palo” trova una occupazione nei due anni successivi al conseguimento del diploma. Ma non solo l’IIS “Galilei – Di Palo” è anche primo classificato anche per Coerenza. In altre parole, il 41,35% degli ex studenti dell’IIS “Galilei – Di Palo” trova una occupazione coerente con gli studi effettuati. Dunque stando al report i diplomati dell’IIS “Galilei – Di Palo” trovano mediamente lavoro ad 11 km da casa, praticamente nell’ambito provinciale; La percentuale di alunni occupati dell’IIS “Galilei – Di Palo” (35%) è più alta della media ottenuta sugli istituti tecnici della provincia (26%); La percentuale di alunni sottooccupati dell’IIS “Galilei – Di Palo” (che trovano lavoro per brevi periodi) è pari (18%) alla media ottenuta sugli istituti tecnici della provincia (18%); La percentuale di alunni che intraprendono gli studi universitari (18%) è di poco inferiore a quella degli altri istituti tecnici della provincia (21%). All’indice di coerenza pari al 41,4% (alunni che svolgono lavoro coerente con gli studi) si aggiunge il 7,7% di alunni che svolgono professioni trasversali che, in qualche modo, si possono ricollegare al titolo di studio; Il 54,9% dei contratti stipulati dai diplomati dell’IIS “Galilei – Di Palo” è di tipo permanente (tempo indeterminato o apprendistato).

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->