Francuccio Benigno condannato a 5 anni

Rispondeva di tentato omicidio e di detenzione abusiva di armi il pregiudicato nocerino Francesco Benigno, “Francuccio”, figlio del più noto Antonio, un ex cutoliano. E’ stato condannato ieri a 5 anni di reclusione per sparato contro Pasquale Iannone, figlio del più noto ex consigliere comunale Giovanni. nel pomeriggio del 23 aprile dell’anno scorso. Il 51enne esplose due colpi d’arma da fuoco, una pistola calibro 9 a salve modificata, contro la vittima, ferendolo all’addome. Dietro quell’agguato rimane un mistero, con ipotesi ricollegate agli ambienti dello spaccio di stupefacenti. “Francuccio” fu fermato e rintracciato il giorno successivo nei pressi di un supermercato a Cava de’ Tirreni, nell’area parcheggio. L’episodio era avvenuto alle 14.30 del giorno precedente, nei pressi del palazzo di giustizia di Nocera Inferiore, lungo via Borsellino, in una traversa che costeggia il passaggio a livello. Alla base dell’agguato vi sarebbe una partita di droga da saldare, dal valore di diverse migliaia di euro. Per ricostruire la dinamica della sparatoria bisogna tornare allo scorso week end, quando a via Napoli, nei pressi del Bingo di Nocera Inferiore, vittima e indagato si sarebbero affrontati verbalmente. La polizia ha acquisito i filmati di videosorveglianza. Un litigio tra più persone o forse tra i soli due protagonisti di questa storia, esploso poi il lunedì successivo, alle 14.30. È l’orario durante il quale Benigno avrebbe raggiunto Iannone, sparando verso di lui due volte. Un proiettile lo aveva colpito all’addome, forse mentre era in auto. Lo proverebbero le tracce di sangue trovate nell’autovettura, sequestrata dalla polizia.