Francesco Pastore senza paura: «Il mio è un esercito»

Scritto da , 14 maggio 2018
image_pdfimage_print

Erika Noschese

Buona la prima per il candidato sindaco di centro destra Francesco Pastore. Ieri sera, in una piazza Sabbato gremita, il candidato alla carica di primo cittadino per il centro destra ha presentato la squadra che insieme a lui affronterà questa tornata elettorale. «Ringrazio tutte le forze che hanno scelto di credere nel nostro progetto a partire da Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Il Popolo della Famiglia, Città Attiva, Popolo Democratico – UdC, Siamo Pontecagnano Faiano. Ringrazio ancora tutti i partiti e le associazioni che hanno già confermato l’appoggio pieno e convinto alla coalizione: Noi con l’Italia, Movimento Nazionale per la Sovranità, Insieme per la Città, Pensionati per Pontecagnano Faiano, Bene Comune, Pontecagnano Faiano Libera, Impegno Popolare, Impegno e Solidarietà, Gera Av, Fare Città, Uniti per Pontecagnano Faiano, Città Ideale, Picentia Universitas, Movimento Italiano Disabili, Populus, Viviamo la Città, Attiviamoci, Il Punto», ha dichiarato il candidato sindaco poche ore prima del primo appuntamento con i cittadini che segna, così, l’inizio ufficiale della sua campagna elettorale. «E’ un esercito il mio», ha esordito Pastore presentando la squadra che tenterà di conquistare Palazzo di Città per il dopo Ernesto Sica. Francesco Pastore che dalla sua vanta già un’importante esperienza amministrativa contenderà il demanio elettorale al consigliere comunale uscente Angelo Mazza, Giuseppe Lanzara, Giovanni Luongo e Luigi Ferro.

Cantalamessa e Gigi Casciello omaggiano Pastore

Forza Italia e la Lega si presentano con lo smoking all’apertura della campagna elettorale di Pastore, schierando rispettivamente Gigi Casciello e Gianluca Cantalamessa per quel segnale ulteriore di unità e dimostrazione di forza rispetto alle altre compagini. Testimonianze di stima ed applausi scroscianti per l’assessore uscente che nel corso delle settimane ha saputo incassare il si di tutto il centrodestra e della maggior parte dei movimenti civici del territorio essendo esso stesso il trait d’union tra la freschezza di pensiero e la voglia di fare classica della gioventù e l’esperienza amministrativa. Con la verve che lo caratterizza il delfino di Ernesto Sica non ha dubbi sulla riuscita di questa impresa elettorale per dare lo slancio di rinnovamento ad un territorio dalle potenzialità molteplici ed importanti.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->