Fortitudo Bologna: male la prima partita di esordio in Champions League

Scritto da , 27 Novembre 2020
image_pdfimage_print

La squadra di basket Fortitudo Bologna, a 12 anni dall’ultima apparizione nelle competizioni Europea, si è fatta sovrastare dai tedeschi della Brose Bamberg, sicuramente più in forma. Sono bastati tre tempi per segnare una sconfitta con un divario che è sintomo di una squadra che non ha saputo reggere mentalmente.

Inizialmente, la gara stava procedendo bene con un 14-14, tuttavia sono bastati pochi minuti per ribaltare la situazione. Il colpo di grazia è probabilmente arrivato al momento del 31 a 51, con anche infortunio di Pietro Aradori che stava trainando la formazione. La squadra di Sacchetti non ha soddisfatto il pubblico dell’Unipol Arena, andando contro quelle che erano le quote di Basketball Champions League pre-partita che vedevano la formazione molto più competitiva.

Il risultato finale è un 63 a 100, che inizia già a complicare il percorso europeo della Fortitudo Bologna, la quale è attesa anche in Turchia e in Spagna nella giornate successive del girone. Da sottolineare che il team non ha potuto contare sull’aiuto di Fantinelli, Happ e Fletcher, giocatori importanti che avrebbero potuto garantire un risultato finale diverso.

La prestazione migliore in campo l’ha avuta Mancinelli, con ben 17 punti segnati, la performance migliori della sua carriera europea, ma che non è abbastanza per trascinare una squadra sicuramente non ancora perfettamente pronta per competere a grandi livelli. Seguono Banks e Palumbo con rispettivamente 14 e 10 punti. Degni di nota anche gli 8 punti di Whiters. Dalla parte dei tedeschi le cose cambiano e di molto. I 23 punti di Larson incidono pesantemente sul risultato finale, così come i 19 e 17 di Lochart e Vitali, per non parlare dei 16 di Fieler. Una squadra più compatta e abituata a giocare.

I tifosi sono rimasti estremamente delusi soprattutto quei pochi autorizzati che si erano recati a vedere la partita. C’è da dire che restano ancora da giocare ben 5 partite tra girone di andata e di ritorno, per cui non tutto è spacciato, tuttavia la partenza non promette nulla di buono.

Quali sono i risultati delle altre italiane nella Champions League di basket?

La Fortitudo Bologna non è l’unica squadra italiana che sta gareggiando nella Champions League italiana. A rappresentare la nazione è presente anche la Dinamo Sassari e il Brindisi. Nello specifico, la Dinamo ha già giocato e dimostrato di poter competere ad alto livello, andando a vincere per 93 a 84 su un Galatasaray veramente ostico. La partita è stata equilibrata per la maggior parte del tempo.

Inizialmente, i turchi erano andati in vantaggio, facendo pensare di poter vincere facilmente. Nonostante ciò, la reazione dei biancoverdi non si è fatta attendere. I colpi di Macon e Motum nel Galatasaray, che hanno terminato la partita con ben 20 e 24 punti non sono bastati a fermare il gioco di squadra della Dinamo, con Spissu che ha spiccato particolarmente centrando ben 22 punti. Anche Bilan ha sicuramente trainato la squadra alla vittoria con ben 16 punti. Il finale è stato il momento in cui il Galatasaray è crollato non reggendo più la differenza di punti.

Pozzecco può ritenersi soddisfatto delle prestazioni della squadra, nonostante la sanzione per protesta che nasce da un momento di agonismo pazzesco data l’importanza della partita. La squadra si sta già preparando per affrontare Tenerife e Bakken Bears.

L’altra italiana che attende di iniziare la competizione europea è il Brindisi. La squadra dovrà affrontare prima il San Pablo Burgos, poi Darussafaka Tefken e infine il Filou Oostende. Non resta che attendere per vedere come si comporterà anche quest’altra italiana nella competizione di basket più importante in europa.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->