Estorsione ai genitori, un arresto a Buccino

Scritto da , 17 Luglio 2013
image_pdfimage_print

I carabinieri della Compagnia di Eboli diretti dal capitano Alessandro Cisternino hanno tratto in arresto un giovane responsabile di  estorsione in danno di familiari.

L’episodio è accaduto a Buccino, dove i militari della locale Stazione, comandati dal Luogotenente Donato Recchia,  hanno eseguito un provvedimento restrittivo nei confronti di un giovane del posto,  che,  dopo aver  maltrattato e minacciato il padre e la madre, li aveva costretti a corrispondergli  la somma di  euro 200 senza una plausibile spiegazione, dopo una prima richiesta di euro 600.

Le indagini, avviate a seguito della denuncia sporta dai genitori, hanno accertato che il giovane ultimamente  aveva assunto  nei confronti del nucleo familiare  una serie di  atteggiamenti  violenti, sfociati il più delle volte in minacce di morte brandendo coltelli e  asce.  In alcune circostanze, al fine di farsi consegnare  il denaro,  non aveva esitato a danneggiare mobili e suppellettili tanto da rendere  penosa ed intollerabile la convivenza.

Il coraggio dei familiari ed il tempismo con cui la Procura di Salerno  ha chiesto ed ottenuto dal GIP il provvedimento cautelare hanno impedito che il predetto potesse portare a più gravi conseguenze  il suo disegno criminoso.

L’uomo ora si trova recluso presso il carcere di Salerno.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->