Eleonora Ferolla: Le fotografie, i matrimoni e la pandemia

Scritto da , 26 Marzo 2021
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

Eleonora Ferolla è una fotografa, professionista di riferimento del settore nuziale di Baronissi, ha ricevuto il premio Wedding Award 2021 per la categoria Fotografia. Un importante riconoscimento, sia per la sua carriera che per il suo grande lavoro e che lo accredita come uno dei migliori fornitori di nozze del Paese. Eleonora Ferolla Fotografia ha ottenuto un totale di 35 recensioni all’interno della sua vetrina su Matrimonio.com e il punteggio medio dato dalle coppie che hanno organizzato il proprio matrimonio con questa azienda è di 5.0 su 5.0. Nata e cresciuta a Ceraso, piccolo centro a sud di Salerno, si è trasferita a Baronissi quando ha iniziato all’Università i suoi studi in Lingue. Dopo la laurea ha deciso di rimanere nella cittadina della Valle dell’Irno dove ha aperto la sua attività. Ma come si è avvicinata Eleonora Ferolla al mondo della fotografia. A raccontarlo è stata proprio Eleonora…. “Ho sempre avuto la passione per la fotografia, ho iniziato per hobby con degli amici, poi quando ho avuto l’occasione di poter partecipare ad un corso di specializzazione fotografica a Roma, non ci ho pensato su due volte, anche se non è stato facile perchè contemporaneamente seguivo anche i corsi all’Università. E da lì è iniziato tutto. Subito dopo la laurea, ho seguito dei corsi a Salerno organizzati da “Colori Mediterranei” che è un’associazione di fotografia che aiuta alla formazione di giovani fotografi. Successivamente ho fatto pratica in uno studio fotografico specializzato in matrimoni. Una gavetta durata quattro anni che mi è servita molto, infatti, subito dopo ho aperto il mio studio privato a Baronissi”. Mettendo da parte la laurea in lingue? “No al contrario, la laurea in lingue mi è servita e mi sta servendo molto perchè lavoro anche per coppie straniere che scelgono la nostra provincia come location per i loro matrimoni” Quindi lei è specializzata proprio nei matrimoni? “Si sono una fotografa matrimonialista. Faccio, ovviamente anche altri tipi di cerimonie, ma principalmente matrimoni”. Questo riconoscimento che ha ricevuto cosa rappresenta per lei? “Una grande emozione e ovviamente uno stimolo a fare sempre meglio. Non ho mai partecipato a concorsi fotografici. Questo è il primo premio che vinco e ovviamente oltre ad esserne orgogliosa ora sono consapevole che devo proseguire su questa strada offrendo sempre il miglior servizio e la migliore qualità possibile”. Stiamo vivendo un periodo non facile. Il suo settore è uno di quelli più colpiti dalla pandemia “Sicuramente, sono 13 mesi che non lavoriamo, perchè quelle poche cerimonie che siamo riusciti a fare in estate sicuramente non sono bastate a coprire le spese che abbiamo ogni mese”. Previsioni per i prossimi mesi? “Non è facile farle. Molte coppie avevano rinviato le nozze dal 2020 al 2021 e adesso le stanno rinviando nuovamente al 2022. E’ difficile fare previsioni” Quindi crede che anche la stagione 2021 andrà persa? “Spero di no, sono un’ottimista e quindi mi auguro che da luglio a settembre sia possibile poter fare qualcosa”. Com’è cambiato, se è cambiato, il suo modo di lavorare? “Mi sono adeguata alla situazione. Videochiamate invece di appuntamenti in studio, consegna degli album attraverso spedizioni invece che nel laboratorio. Insomma una nuova metodologia di lavoro, certo non è la migliore, ma meglio questa che nulla”

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->