E’ morto Biagio Merola, sport salernitano a lutto

Scritto da , 27 Marzo 2021
image_pdfimage_print

«La nostra missione è proprio quella di inculcare al giovane che è importante praticare sport e crescere in modo sano». Questa semplice frase può racchiudere la vita, il modo divedere lo sport di Biagio Merola. un appassionato a tutto tondo, dal calcio, alla pallamano, alla pallavolo e agli sport da spiaggia che hanno trovato spazio in quel Terzo Tempo, gioiello salernitano in quanto a strutture sportive.  Il Covid continua a mietere vittime con atrocità impressionante. E’ venuto a mancare nella notte Biagio Merola, volto noto del calcio giovanile salernitano. Originario di Caserta ma trapiantato a Salerno sin dagli anni del liceo “Da Vinci”, è stato tra gli artefici del progetto Terzo Tempo dando il via alla storica partnership con il Milan. Primo socio dell’associazione, ne è stato parte attiva ed integrante fino a qualche anno fa quando si è materializzata la fusione con l’Assocalcio. Ricercatore universitario presso l’Università di Foggia, Merola ha speso gran parte della sua vita per la promozione dell’attività sportiva e calcistica dei giovani, rientrando anche nell’organizzazione di importanti manifestazioni. Ad un Memorial Bolognese a Capezzano riuscì a cmettereinsieme tre sodalizi Nikè, Millenium e Terzo Tempo per paertecipare con un’unica squadra formata dai migliori elementi denominata Accademia Calcio Salerno. Nel calcio era stato vicino soprattutto ad Aniello Aliberti sia nell’ultimo periodo salernitano sia nell’avventura in quel di Campobasso. Ultimamente Merola si era avvicinato al progetto di rilancio del nuovo Angri, che milita in Eccellenza. Una vita al servizio dello sport, quella di Merola, non c’è dubbio. In poche ora il diffondersi dalla notizia ha fatto il giro dei social con messaggi di cordoglio a macchia d’olio da parte di colleghi, amici e ragazzi che hanno avuto l’onore di incontrarlo nel proprio percorso di crescita: “Se il Milan ha scelto Salerno ed il Terzo Tempo lo si deve a questa persona speciale – ricorda l’Assocalcio Terzo Tempo – Oggi per tutti noi è un giorno tristissimo, piangiamo la scomparsa di un grande uomo. Per sempre nei nostri cuori”. “Se il Mio, il Nostro, percorso di crescita è partito ed è diventato sempre più importante è anche, soprattutto merito TUO…Fai buon viaggio amico mio”, così il prof. Alessandro Vitolo, responsabile della parte atletica e motoria del club ricorda Merola su Facebook. Molto toccane anche il messaggio pubblicato sulla pagina del Terzo Tempo Village: “Sei stato una colonna, una roccia , la prima pietra di un sogno che oggi è realtà anche grazie alla tua passione e caparbietà. Con te va via un nostro pezzo di cuore e soprattutto tanti sogni, ma continueremo a cercarti e non ci stancheremo mai di far vivere il tuo ricordo ed il tuo sorriso finché vivremo. Ci sono persone che entrano nelle nostre vite e rimangono per sempre nei nostri cuori. Non ti dimenticheremo mai”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->