«Disabile costretta a gattonare per le scale alla Certosa»

Scritto da , 1 Luglio 2016
image_pdfimage_print

«Ascensore fuori uso, assenza di scivoli e di punto di primo soccorso, bagni off-limits, zero servizi di assistenza, strade sconnesse: la Certosa di San Lorenzo, a Padula, è un luogo non a misura di disabili». La dura denuncia è  del consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano, che è stato alla Certosa di San Lorenzo, a Padula, in provincia di Salerno, dopo le numerose segnalazioni ricevute ed è entrato in possesso di un video choc, in cui si vede una ragazza gattonare per le scale. «È grave e indecoroso che questo bene sia inaccessibile – afferma – vedere le difficoltà che hanno i disabili, costretti a camminare carponi, è un pungo nello stomaco. Eppure, stiamo parlando di una struttura seconda in Europa per grandezza solo alla Certosa di Grenoble  tra le prime in Italia».

«La strada di accesso al monumento non solo è sconnessa e assolutamente non percorribile dalle persone in carrozzella – evidenzia Cammarano – ma conduce a una porta, chiusa, dietro la quale c’è un ascensore che non funziona da un anno perché i fondi non arrivano. Dal dicembre 2014 la Certosa fa parte dei beni gestiti dal Polo museale della Campania. Abbiamo interessato i nostri portavoce in Parlamento per capire i motivi di questi scandalosi disagi. Non resteremo a guardare. Chiediamo alla magistratura di accertare le responsabilità chi ha scaturito quelle immagini della vergogna dev’essere punito».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->