Diktat del governatore De Luca: Bisogno fa un passo indietro e si ritira

Scritto da , 28 aprile 2018
image_pdfimage_print

Erika Noschese

Sarebbe arrivato il dikatat del governatore Vincenzo De Luca a fermare la corsa di Giuseppe Bisogno verso lo scranno più alto del Comune di Pontecagnano Faiano. Quello di Bisogno doveva essere il nome che avrebbe messo d’accordo tanto il centro destra quanto il centro sinistra. Tutto era pronto ma da giorni aleggiava la notizia di un possibile ritiro. Nulla è stato confermato, fino ad ora, ma questa mattina, alle 11 l’ormai ex candidato sindaco di Pontecagnano Faiaino terrà una conferenza stampa presso il comitato Per la Città Pubblica per far chiarezza in vista delle amministrative del prossimo 10 giugno. Come facilmente prevedibile, Bisogno spiegherà le ragioni di questa scelta che, secondo indiscrezioni, potrebbe essere dovuta ad una decisione di De Luca. Il motivo? Al momento non è dato saperlo. Giuseppe Bisogno però potrebbe ancora tentare di conquistarsi un posto in amministrazione comunale. Il candidato sindaco del centro sinistra, Giuseppe Lanzara, infatti, ha rivolto l’invito all’ispiratore del progetto “Per la Città Pubblica”, invocando così l’unità del centro sinistra, dopo «una seria discussione con gli amici e cittadini che sostengono la mia candidatura», ha annunciato infatti Lanzara, chiedendo così di poter avviare un approfondimento di riflessione in merito al futuro della comunità.«La sua idea di dibattito sui temi e non sulle strategie ci accomuna e, pertanto, ritengo che sia doveroso compiere un ulteriore tentativo – scevro da pregiudizi e decisioni preconfezionate – realmente rivolto all’unità del centrosinistra, attraverso la formulazione di una proposta condivisa, seria e realmente alternativa all’attuale amministrazione di centrodestra che, attraverso la candidatura di Pastore, simula un maldestro tentativo di rinnovamento, riproponendosi in tutte le sue disarmonie di questi anni», ha poi aggiunto, spiegando di aver lanciato l’appello tenendo conto del fatto che la proposta politica del progetto “per la Città Pubblica” è assolutamente compatibile con l’idea di “una Città per Tutti” «che abbiamo e che siamo sicuri di poter rafforzare e realizzare con il confronto chiesto a Peppe.Siamo convinti, infatti, che da un tavolo comune di lavoro che condivida questi obiettivi, possano derivare le giuste sinergie per liberare la nostra città dal malgoverno che l’ha tormentata da troppi anni e che l’ha relegata a fanalino di coda della Provincia di Salerno».Lanzara, dal canto suo, ha già ottenuto il consenso del Partito Socialista Italiano che scenderà in campo con Insieme ed il candidato Luca Bisogno mentre l’ex candidato sindaco aveva ottenuto il pieno appoggio dei giovani del territorio. Resta da capire cosa succederà ora e se il sostegno conquistato da Giuseppe Bisogno passerà ora a Lanzara che, di fatto, andrà ad allargare la schiera dei consensi ottenuti in vista delle elezioni del prossimo 10 giugno. Intanto, non resta che chiedersi se Bisogno accetterà l’invito di Lanzara e anche Pontecagnano Faiano potrà puntare ad avere, finalmente, un centro sinistra unito.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->