Difesa a quattro e Rosina titolare: Colantuono ridisegna la Salernitana

Scritto da , 8 Dicembre 2018
image_pdfimage_print

di Fabio Setta

La sconfitta di Cittadella, accompagnata da una prestazione con tanti errori ha lasciato il segno in casa granata. Dopo il lungo faccia a faccia alla ripresa degli allenamenti il tecnico Colantuono è pronto a ridisegnare la propria squadra. La prima succosa novità, emersa dagli allenamenti settimanali e dal test di ieri contro l’Under 17, è rappresentata dalla scelta di riproporre la difesa a quattro. Già nel secondo tempo del match perso al Tombolato sette giorni fa, Colantuono ha modificato l’assetto difensivo, schierando la squadra con il 43-1-2 che sarà anche lo spartito tattico con cui lunedì i granata sfideranno il Brescia dell’atteso e rimpianto ex, Alfredo Donnarumma. Una scelta che sarà adottata anche per dar maggior peso offensivo aduna squadra, che sotto porta sicuramente non brilla. Davanti a Micai agirà Schiavi, al rientro anche in considerazione delle non eccelse condizioni fisiche di Migliorini, in coppia con Mantovani. A destra naturalmente ci sarà spazio per Casasola, mentre sull’out opposto non ci sarà Vitale, protagonista in negativo a Cittadella. Potrebbe scoccare l’ora di Pucino, fin qui poco utilizzato è già al centro di diverse voci di mercato. L’alternativa principale è rappresentata da Gigliotti che ha superato i problemi fisici accusati a Cittadella. Il centrocampo, naturalmente non prescinderà dalla quantità e dalla fisicità assicurata da Castiglia e DiTacchio, mentre a completare il reparto dovrebbe esser Akpa Akpro, che appare in vantaggio su Odjer. In attacco l’unico sicuro di giocare è Bocalon. Con Vuletich sicuramente in panchina, Jallow al momento sembra un passo avanti rispetto a Djuric. Alle spalle dei due attaccanti, è pronto a giocare la prima gara da titolare Alessandro Rosina. Dopo il gol del Tombolato, Colantono è pronto a dargli un’opportunità importante in una sfida dall’inevitabile sapore di play off. André Anderson e Mazzarani le alternative anche se sembra che stia finalmente per arrivare il momento del numero dieci granata, in campo del primo minuto.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->