“Devo consegnare cellulare per suo figlio”, la nuova frontiera dei furti

Scritto da , 20 Dicembre 2019
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

Ancora furti sui rioni collinari. A lanciare l’allarme sono soprattutto i residenti di Ogliara che denunciano, ormai da diversi giorni, la presenza di una macchina sospetta. A bordo del mezzo tre persone, presumibilmente di nazionalità italiana, che chiedono di consegnare – dietro cospicua somma di denaro – cellulari e tablet. I malviventi, di fatti, sceglierebbero accuratamente le loro vittime dicendo, per lo più persone anziane o ragazzini, dicendo loro di dover consegnare questi pacchi, richiesti tramite internet, dai loro parenti. Nella giornata di ieri, vittima è stata un’anziana donna di Ogliare che, insospettitasi dall’atteggiamento delle tre persone, ha provveduto a contattare i carabinieri. Giunti sul posto, le forze dell’ordine non sono riusciti a risalire all’identità dei ladri. Sempre nella giornata di ieri la vettura si aggirava anche a Matierno. Secondo molti residenti della zona, i malviventi solo cambierebbero spesso vettura per non farsi riconoscere. Intanto, nonostante i ripetuti allarmi alle forze dell’ordine ad oggi dei ladri non vi è alcuna traccia. I rioni collinari, ormai da diversi mesi, sono presi d’assalto da una banda di malviventi che sta letteralmente seminando il panico, soprattutto in zone quali Giovi, Ogliara e Matierno. Solo pochi giorni fa, infatti, l’ennesimo furto ai danni di un’abitazione di Giovi: i malviventi si sono introdotti in casa, entrando da una finestra e portando via la fuciliera. Da tempo i residenti chiedono l’installazione di telecamere di sicurezza in punti strategici per provare a debellare il fenomeno ma, ad oggi, nonostante i numerosi solleciti nulla è stato fatto, tanto da costringere – nei mesi scorsi – i residenti a organizzare ronde per pattugliare il territorio.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->