De Luca show sull’acquisto di auto di servizio Cesaro: «Ho già dato mandato al mio legale»

Scritto da , 6 gennaio 2018
image_pdfimage_print

Erika Noschese

E’ ancora scontro sulle auto blu. La Regione Campania, infatti, aveva stanziato 200mila euro per le automobili di servizio che, stando a quanto riferivano da Palazzo Santa Lucia, era stato fatto a insaputa dell’esecutivo regionale. La vicenda suscitò non poche polemiche con l’opposizione, dopo che il capogruppo di Forza Italia, Armando Cesaro, sollevò il polverone della polemica, portando alla revoca del decreto di acquisto, in regime di autotutela dalla Regione. Cesaro però rincarò la dose, sottolineando che quelle somme erano state stanziate dalla giunta De Luca, al capitolo 118 del bilancio gestionale, provocando il governatore chiedendogli il licenziamento di chi ha scritto il Bilancio. A tornare nuovamente sull’argomento è proprio il numero uno di Palazzo Santa Lucia che, nel corso del consueto appuntamento settimanale a Lira Tv, ha dichiarato: «Tutto quello che leggete su twitter e sentite accantonateli quarantotto ore, il tempo necessario per scoprire la verità, che sono fake news». «Il 90 per cento dei tweet sono palle, ha poi aggiunto il governatore. Prima di Natale esce un tweet del capogruppo di Forza Italia in cui si diceva che la Regione Campania spendeva soldi per l’acquisto di auto blu. Il presidente della Regione ha una macchina in leasing, 1600 di cilindrata come prevede la spending review. Chiamo il capo di gabinetto, l’assessore al bilancio, chiamo il dirigente, il direttore Uccello e dicono che non sanno niente. Facciamo la ricerca e scopriamo che un dipendente, Antimo Maiello, fa un decreto per acquistare auto senza dire niente a nessuno. Solo lui, nativo del paese del capogruppo di Fi, che dopo poche ore è pronto con il tweet. Abbiamo avviato un procedimento disciplinare verso Maiello. Per me meriterebbe il licenziamento, un atto di gravità estrema e vedremo se rivolgerci alla Procura della Repubblica». Le dichiarazioni di De Luca non sono passate inosservate tanto da spingere il capogruppo di Forza Italia alla Regione Campaia di querelare il governatore per tutelare la sua reputazione. «Ho letto con sconcerto le gravissime affermazioni che il Presidente della Regione Campania ha fatto nei miei confronti. Ho già conferito mandato ai miei legali per agire in tutte le sedi giudiziarie più opportune al fine di tutelare la mia reputazione. I presunti chiarimenti di De Luca sullo scandalo delle auto blu sono a dir poco farneticanti tant’è che a tutt’oggi non c’è ancora nessun atto di revoca di quel provvedimento. Io posso affermare di non conoscere personalmente il dottor Maiello, ma De Luca può affermare di non conoscerlo, di avere cioè un dirigente a sua insaputa? Va da sé che quelle risorse, in quel capitolo di spesa, non le mettono i dirigenti ma chi scrive il Bilancio e governa la Campania», ha dichiarato in merito Armando Cesaro. Ad esprimere solidarietà al capogruppo degli azzurri è Gaetano Amatruda che accusa l’ex sindaco di salerno di utilizzare la stessa tecnica sperimentata in passato: « Abbandona i suoi uomini e trova alibi. Rappresenta una realtà diversa dai fatti. Sulle auto blu solo l’azione di vigilanza di Forza Italia e Armando Cesaro ha evitato uno spreco di risorse. Al Capogruppo di Forza Italia, al centro di attacchi irragionevoli e volgari, la solidarietà di Forza Italia Salerno. Da anni ci confrontiamo con le tecniche diffamatorie e con la logica del sistema De Luca che stravolge la realtàOrmai De Luca è al tramonto politico, comprensibile il nervosismo», ha dichiarato.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->