De Luca non si presenta a Matrix «Meglio la Juve». Caldoro: «Scappa»

Scritto da , 14 Maggio 2015
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

Qualcosa è andato storto durante il tragitto da Napoli a Roma. De Luca, infatti, che solo poche ore prima aveva annunciato la sua partecipazione al confronto tra i candidati presidente a Matrix, con un tweet intorno alle 21.00 ha disdetto la sua partecipazione. La versione ufficiale aggrappata ai soliti “sopraggiunti motivi personali”. Quello che si racconta, naturalmente, è tutt’altro. Alle 19,00 dopo l’incontro all’istituto scolastico Sacro Cuore di Napoli e poi la partecipazione alla convention partenopea degli architetti, De Luca parte da Napoli direzione studi televisivi di Canale 5. A Matrix c’è fermento per il confronto ieri sera annunciato e pubblicizzato al top. L’argomento è sentito a poche settimane dal voto regionale in Campania. Sul tavolo ci sono parecchi argomenti, alimentati nelle ultime ore anche dalle dichiarazioni dello stesso premier Matteo Renzi. Ma su alcune questioni De Luca non vuole intervenire. Così pare che prima di varcare la soglia dello studio televisivo abbia chiesto rassicurazioni alla produzione. Insomma pare che abbia chiesto, così come è solito fare, di non toccare determinati temi ma di concentrare le domande solo su alcune tematiche. Richiesta che sarebbe stata, come è giusto che sia, rispedita al mittente con la replica di De Luca giunta via internet con il cinguettio che ha annunciato la sua assenza al confronto tv. Il tutto mentre Stefano Caldoro, Valeria Ciarambino (Movimento 5 Stelle) e Marco Esposito (lista Mo) erano già lì per la registrazione della puntata che sarebbe dovuta partire alle 21,00 per poi andare in onda oltre le 23,00 sulla rete ammiraglia di Mediaset. Pare che sia stata avanzata anche l’ipotesi, poi tramontata quasi immediatamente, di una sostituzione in studio con il deputato democrat Fulvio Bonavitacola.
Ma lo scontro tra Caldoro e De Luca si è consumato comunque via Twitter. De Luca scrive: «Meglio Ronaldo e l’Apache che il dibattito che ammosc’», riferendosi alla semifinale di Champions League tra Juventus e Real Madrid. Immediata la replica di Stefano Caldoro, sempre attraverso un cinguettio: «Il dibattito veniva dopo la partita, un’altra menzogna. E comunque mica gioca il Napoli #JuveReal

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->