D’Ascoli, Aufiero e Pergola: arriva l’ordine di chiusura delle attività

Scritto da , 24 agosto 2018
image_pdfimage_print

Il Suap del Comune di Salerno ha notificato, a firma del responsabile Alberto Di Lorenzo, l’immediata cessazione delle attività di onoranze funebri alle tre ditte che dopo i controlli della squadra annonaria furono trovate senza requisiti, secondo la nuova legge regionale. Sono D’Ascoli, Aufiero e Pergola che furono anche multate di 5mila euro per le irregolarità riscontrate dai caschi bianchi. Aufiero ebbe anche un’altra multa, sempre di 5mila euro, perché la pubblicità sui cartelloni 6×3 comprendeva i prezzi dei funerali, cosa vietata dalla legge. Il provvedimento del Suap si è reso obbligatorio proprio in virtù dell’entrata in vigore della legge regionale che prevede una serie di adempimenti precisi per poter svolgere l’impresa di onoranze funebri. Sono poche le attività che hanno ricevuto il nulla osta dal Comune di Salerno o altri enti della Provincia che hanno carattere regionale. Il provvedimento mette fine anche al sub appalto dei funerali, diversi casi si erano registrati nei mesi scorsi tanto che fu presentato un esposto in procura e lo stesso direttore del cimitero chiese all’amministrazione la possibilità di avere una piccola squadra di vigili urbani per i controlli necessari, vista l’insolita presenza di ditte provenienti dalla Provincia

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->