Dalla “bocciatura” per il Ruggi alla promozione all’Asl: ecco Iervolino

Scritto da , 16 giugno 2018
image_pdfimage_print

Brigida Vicinanza

Bocciato dal rettore Aurelio Tommasetti per l’incarico di manager del “Ruggi d’Aragona” il nome di Mario Iervolino torna in campo per la guida dell’Asl di Salerno. Vincenzo De Luca ci riprova e piazza l’ex sindaco di Ottaviano ai vertici della struttura sanitaria di via Nizza. Ieri la giunta regionale ha proceduto alla formalizzazione della nomina a commissario straordinario. Ad un passo dal «Ruggi» dopo l’estromissione di Nicola Cantone, Iervolino si vide il no di Tommasetti nonostante le ire del governatore De Luca. Prende ora il posto di Antonio Giordano “spedito” all’azienda “Dei Colli” in qualità di commissario. Un «ridimensionamento» per il dg salernitano, ancora inspiegabile. Forse uno scontro con il vertice di Palazzo Santa Lucia, forse la necessità di trovare una collocazione a Iervolino dopo la fumata nera al Ruggi. Certo è che Giordano dalla notizia del nuovo incarico sta incassando numerosi attestati di stima da parte del personale dell’azienda sanitaria ma anche di amministratori locali. Sub commissario con funzioni amministrativo sarà Germano Perito, commercialista salernitano che arriva dal «Monaldi» di Napoli. Mentre sempre nell’azienda salernitana il sub commissiario con funzioni sanitarie sarà il dottor Vincenzo D’Amato.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->