Dad, Gioventù Nazionale e Azione Studentesca per il diritto allo studio per tutti

Gioventù Nazionale Salerno e Azione Studentesca Salerno, lanciano un’iniziativa rivolti a tutti i comuni della Provincia di Salerno sulla didattica a distanza: fornire spazi comunali ad hoc per quelle famiglie che non riescono a garantire spazi per i propri figli o che hanno spazi ristretti nelle abitazioni. “Esistono molte problematiche collegate alla didattica a distanza – dichiara il responsabile provinciale di Azione Studentesca Eugenio La Sala – . Tra i molti impacci, di sicuro spiccano spazi e mezzi insufficienti. Basta pensare alle famiglie con più di due figli in età scolare per rendersi conto della consistenza del disagio. Noi di GN – AS, chiediamo ai comuni di verificare la possibilità di mettere a disposizione, laddove sia necessario, locali ed apparecchiature di proprietà dell’Ente, al fine di supportare famiglie ed alunni. Lo stesso discorso – conclude La Sala –  potrebbe essere esteso anche agli universitari che debbono sostenere gli esami in modalità telematica”. Alle dichiarazioni del responsabile provinciale di As, seguono quelle di Domenico Masullo, presidente provinciale di Gioventù Nazionale Salerno: “In un momento così delicato è opportuno che i comuni si adoperino e mettano a disposizione le strutture comunali per dare la possibilità alle famiglie e gli alunni che necessitano di aiuto per la d.a.d. Comuni e associazioni hanno il dovere di superare un eventuale gap che si potrebbe creare. Il diritto allo studio deve essere uguale per tutti”.