Da Procida, “Fate presto, qui si muore”

Scritto da , 29 Ottobre 2020
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

“Fate presto, qui si muore”. Un appello disperato quello lanciato da Biondino Gaetano, delegato Rsu e rappresentante sindacale della Cisl Fp di Salerno che ha evidenziato tutte le problematiche presenti all’interno della terapia intensiva del centro Covid Da Procida, inerenti la dotazione organica, la gestione del materiale inerenti la sicurezza del personale, ed indennità correlate. Per quanto riguarda la dotazione organica, si evidenziano lacune riguardo il mix di esperienza professionale, ovvero pochi infermieri esperti in terapia intensiva rispetto ai neoassunti, il che potrebbe creare problemi rispetto alla qualità delle prestazioni da erogare ed, indirettamente, un ulteriore stress lavorativo per gli “esperti” in quanto si prendono carico sia dei pazienti intensivi che dell’affiancamento dei novizi.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->