Cstp, con i nuovi contratti tagli per 400mila chilometri

Scritto da , 15 Marzo 2013
image_pdfimage_print

Saranno inevitabili. I tagli ai servizi del Cstp, con la stipula dei nuovi contratti con Comune di Salerno e Provincia, saranno cosa certa. Ammonta a circa 400 mila chilometri il monte percorrenze che il Cstp perderà con i nuovi contratti di servizio. In sostanza, le risorse corrisposte resteranno invariate e, a subire una decurtazione, saranno i servizi. Ieri mattina, Cstp e Comune di Salerno hanno sottoscritto l’importante documento per il prosieguo dell’attività aziendale per il biennio 2013 – 2014. Nel contratto di servizio sottoscritto con il Comune di Salerno è previsto un aumento del corrispettivo chilometrico, quale adeguamento all’indice Istat con un passaggio dagli attuali 2,60 euro ai futuri 2,69. Il tutto, però, prevede una riduzione delle percorrenze che, per quanto concerne i servizi sul territorio del Comune di Salerno, ammonta a circa 60 mila chilometri. Ma l’assessore comunale alla mobilità, Luca Cascone, soddisfatto della stipula del contratto, precisa che non sarà una riduzione che riguarderà a tappeto le linee del Cstp, ma che sarà volta a razionalizzare i servizi e ad incrementarli laddove oggi sono carenti. «Nei prossimi giorni – afferma Cascone – continueremo gli incontri tecnici tesi a rendere efficiente ed a risolvere alcune criticità del servizio (se necessario apportando anche alcune modifiche), nonostante il difficile momento dell’azienda che non riesce a garantire la completezza delle linee». Particolare attenzione sarà, dunque, rivolta ai rioni periferici e soprattutto a quelli collinari che, allo stato attuale, non vedono passare un bus a cadenza regolare da mesi.
Intanto, s’attende l’approvazione del bilancio della Regione Campania, che dovrebbe avvenire alla fine del mese, per procedere alla sottoscrizione del contratto di servizio con la Provincia di Salerno, ovvero quello che prevede il famoso taglio del 10%. Una attesa motivata dall’impegno dell’assessore regionale Sergio Vetrella al reperimento di risorse che scongiurerebbero il taglio di 1 milione e 800 mila euro al Cstp previsto dalla delibera 339 del 23 novembre 2012. A confermarlo è l’assessore provinciale Luigi Napoli: «Non ci sarà alcun taglio del 10% – afferma – perché l’assessore Vetrella si è impegnato a reperire ulteriori risorse presso l’Unione Europea per evitare che ciò accada. Per avere contezza di ciò, però, bisognerà attendere l’approvazione del bilancio regionale prevista per la fine del mese».
Stando così le cose, le risorse resterebbero invariate a 20 milioni annui, con l’adeguamento del corrispettivo che passerebbe da 2,09 euro a 2,17 euro. La contrazione chilometrica ammonterebbe a circa 323 mila chilometri. Insomma, in qualsiasi modo la si metta, i servizi del Cstp saranno ridotti notevolmente. Starà poi agli enti concendenti e all’azienda razionalizzarli e fare in modo che ciò non abbia gravi ripercussioni sull’utenza e sui lavoratori.

 

15 marzo 2013

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->