Crac Villaggio del Sole, nessuno sconto ad Ernesto e Riccardo Del mese

Scritto da , 28 novembre 2015
image_pdfimage_print

Nessuno sconto in Appello per Ernesto e Riccardo Del Mese. Ieri pomeriggio i giudici della Corte d’Appello del Tribunale di Salerno hanno confermato la sentenza di primo grado che aveva condannato i due imputati a cinque anni per il crac del Villaggio del Sole. Una decisione in aderenza con la richiesta di conferma avanzata dal procuratore generale Giannetti che aveva duramente, ieri mattina, censurato il comportamento degli amministratori sottolineando come la pena stabilita dai giudici di primo grado (cinque anni di reclusione) era perfettamente in linea con il quadro accusatorio. Nello specifico Riccardo ed Ernesto Luciano Del Mese avrebbero distratto una parte dei beni societari realizzando una bancarotta fraudolenta che ha sottratto fondi ai creditori La vicenda risale al periodo tra gli anni ’90 e ’93 e nacque dalla presunta distrazione di beni da un gruppo di cinque società, tra cui la “Petrol Sud”, la “Combustibili srl” e la “Soco Edil”, anche se il filone principale dell’inchiesta della Procura è quello che si riferisce al Villaggio del Sole, il centro sportivo polifunzionale della litoranea, al confine tra Salerno e Pontecagnano, che venne inaugurato negli anni ’80 da Giulio Andreotti e che per molti anni è stato un punto di riferimento per attività sportive e divertimento. Il buco complessivo contestato ai Del Mese fu di circa tre miliardi e mezzo delle vecchie lire. Secondo le risultanze catastali, l’immobile è rappresentato da un ente urbano della superficie di 4802 mq, sul quale insistono delle strutture sportive con relativi servizi. Nello specifico veniva sottolineato dai consulenti che in adiacenza al fiume Picentino era posizionati due campi da tennis mentre in adiacenza alla strada litorale Maratona, via Ionio, una struttura a servizio dei campi da tennis. In adiacenza alla recinzione del villino denominato Villina Silvia, una struttura monopiano destinata originariamente a direzione. Inoltre la struttura era completata da una piscina coperta e da una struttura destinata a spogliatoi. La struttura (ora di proprietà di Salvatore Fresi) è accessibile da più punti. Da rilevare che in passato il centro sportivo Villaggio del Sole ha ospitato anche feste e serate danzanti fino a diventare un punto di riferimento del by night salernitano. Anche la stessa Salernitana, in alcune occasioni, utilizzavano la struttura per conferenze stampa e presentazioni (tra gli altri Franco Colomba nel 1996). Una struttura di riferimento per tanti salernitani. Poi il lento declino fino al il crac di Ernesto e Riccardo Del Mese. Un dissesto che comportò l’affidamento della struttura alla curatela fallimentare e l’avvio del procedimento giudiziario. Ieri la sentenza dei giudice della Corte d’Appello del Tribunale di Salerno che hanno confermato la condanna a cinque anni di reclusione.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->