Costa d’Amalfi, nessuna crisi di liquidità. Ed ecco le 12 pagine del bando

Scritto da , 13 Marzo 2013
image_pdfimage_print

Non c’è alcuna “crisi di liquidità” per la gestione ordinaria dell’aeroporto di Salerno Costa d’Amalfi: il “polverone” relativo al versamento di “soli” 400 mila euro da parte della Camera di Commercio, pari al 25 percento della quota di aumento di capitale sottoscritta dall’Ente camerale, è solo frutto di un’errata interpretazione di quelle che sono le normali procedure amministrative che riguardano le società per azioni.
Nello specifico l’assemblea ha previsto, secondo prassi, che il socio versi all’atto della sottoscrizione dell’aumento di capitale una quota pari, appunto, al 25 percento del totale, secondo i principi che regolano le società per azioni (come la società consortile Aeroporto di Salerno, ndr). A conclusione delle procedure la Camera di Commercio (così come gli altri soci che eventualmente vorranno sottoscrivere l’aumento, ndr) verrà chiamato a corrispondere i “decimi” mancanti, ovvero il restante 75 percento dell’aumento di capitale, pari a 1 milione e 200 mila euro. 
Nessun rischio, quindi, ma solo un normalissimo iter procedurale da seguire. 

Privatizzazione, ecco il bando
Come anticipato è stato pubblicato il bando per la cessione del 65 percento della Aeroporto di Salerno Spa, la società di gestione del “Costa d’Amalfi”. Il bando, composto da 12 pagine, è stato pubblicato sul sito dell’Aeroporto di Salerno e, in estratto, sulla Gazzetta ufficiale della Comunità europea.

Cosa si mette in vendita
La procedura è finalizzata alla cessione di 671.450 azioni – interamente liberate – del capitale sociale della Società di gestione, pari al 65 percento delle quote della Spa: il valore nominale delle azioni è pari a un euro: chi vuole partecipare al bando dovrà far pervenire un apposito plico a mezzo raccomandata, o con consegna a mano, entro le 12 del 22 aprile 2013.

Chi può partecipare
Sono ammessi a partecipare i soggetti dotati di personalità giuridica di diritto privato, che esprimano l’offerta in forma singola ovvero in forma congiunta in quanto interessati all’acquisto unitario del pacchetto azionario (ovvero in cordata) “con l’impegno di costituire tra loro – si legge nel bando – nel termine perentorio di 20 giorni dall’eventuale aggiudicazione definitiva” un’apposita Newco, ovvero una società veicolo nella forma delle società di capitali che acquisterà la partecipazione azionaria. In questo caso la Newco dovrà essere una Spa o una Srl con capitale sociale minimo di cinque milioni di euro: nello statuto della Newco bisognerà prevedere l’intrasferibilità delle azioni per non meno di cinque anni dalla data di costituzione.

I requisiti
Al di là dei “classici” requisiti di ordine generale, legati alla “qualità” dei soggetti che vorranno partecipare al bando, sono importanti quelli di carattere economico-finanziario.
Il concorrente, infatti, dovrà produrre un’idonea documentazione che attesti un margine lordo di produzione positivo per i tre esercizi antecedenti dalla data di pubblicazione del bando. Dovrà, inoltre, dimostrare un fatturato globale, sempre rapportato agli ultimi tre esercizi, non inferiore ai 30 milioni di euro e un fatturato relativo a servizi analoghi a quelli svolti dalla Aeroporto di Salerno Spa non inferiore ai 15 milioni di euro. Il patrimonio netto, relativo all’ultimo esercizio, non dovrà essere inferiore ai 5 milioni di euro.
Altro aspetto importante è quello legato ai requisiti tecnico-professionali. Gli interessati dovranno dimostrare di aver gestito negli ultimi tre esercizi almeno un aeroporto con traffico medio annuale non inferiore al milione e mezzo di passeggeri. Nel caso di partecipazioni in cordata la gestione non potrà essere frazionabile e dovrà essere posseduta per intero da almeno uno dei componenti dell’aggregazione.

Gli obblighi
Gli apporti in denaro investiti nell’iniziativa sono costituiti dall’ammontare delle risorse finanziarie apportate “a totale carico dell’offerente e nei primi cinque anni decorrenti dalla sottoscrizione del contratto di cessione delle azioni” in misura indipendente dalla quota azionaria detenuta dal cessionario. Le eventuali risorse pubbliche attribuite all’iniziativa non liberano il cessionario dagli impegni. Non saranno ammesse offerte relative solo a parte del pacchetto azionario oggetto della cessione, offerte inferiori alla base di gara, offerte con apporti investiti nell’iniziativa inferiori ai 25 milioni di euro o per un periodo temporale superiore ai 5 anni dalla sottoscrizione e soprattutto offerte che non assicurino la realizzazione entro cinque anni dalla sottoscrizione del contratto, di una pista di decollo e atterraggio di lunghezza non inferiore ai 2000 metri. L’aggiudicazione potrà essere effettuata anche nel caso di unica offerta valida.
Le garanzie
Gli interessati dovranno presentare una garanzia pari al 4 percento dell’importo a base di gara, una lettera di “patronage” che attesti la sostenibilità finanziaria dell’acquisto e degli investimenti. Sarà necessaria, inoltre, una polizza fideiussoria pari al 10 percento del capitale offerto come investimento a garanzia del pagamento dell’eventuale “penale” per ritardato o inesatto adempimento delle obbligazioni.

L’aggiudicazione
Il responsabile del procedimento diramerà gli inviti entro 15 giorni dalla scadenza del termine per la presentazione. I concorrenti invitati potranno presentare l’offerta vincolante che verrà valutata dalla Commissione nominata dal Consorzio Aeroporto di Salerno, sulla base del classico criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa mediante l’attribuzione di punteggi legati al Piano di sviluppo aeroportuale, al Piano industriale, allo sviluppo del traffico commerciale (ovvero il numero di rotte attivate e il numero di rotazioni quotidiane per destinazione), al potenziamento delle infrastrutture operative e di servizio (e quindi ai lavori relativi all’allungamento della pista di decollo e atterraggio e ai tempi di realizzazione dell’adeguamento) e al prezzo di cessione delle azioni.

 

13 marzo 2013

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->