Coronavirus: inchiesta Napoli; Renzi, indagini non si commentano

Scritto da , 5 Agosto 2020
image_pdfimage_print

“Dobbiamo abituarci ad avere sempre lo stesso stile che e’ quello di rispettare le indagini quando vengono fatte e di commentarle quando vanno a sentenza”. Parlando dell’inchiesta della procura di Napoli che mira a far luce su presunte irregolarita’ nella gestione degli appalti regionali per l’emergenza coronavirus, il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, ribadisce la sua posizione, a margine della presentazione del suo libro a Vietri sul Mare (Salerno). “Voi di Salerno – aggiunge – ricorderete quante polemiche ci sono state su Vincenzo De Luca per vicende dalle quali, poi, e’ uscito in modo assolutamente trasparente. Ricordo la sua frustrazione quando ero collega sindaco con lui per certe indagini e ricordo la sua rabbia ai tempi della candidatura in Regione”. “Le inchieste e le indagini vanno fatte, chi sbaglia deve pagare, ma chi sbaglia non lo decidono i tweet dei social, chi sbaglia lo decide la magistratura con sentenza passata in giudicato”, dice ancora. “In questo caso, garantismo nei confronti degli indagati e della Regione Campania. Il dato di fatto e’ che la Regione Campania il coronavirus lo ha gestito meglio di altre. Questo e’ un dato di fatto inappuntabile”, conclude l’ex premier.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->