Controlli nelle stazioni, arresti e denunce di venditori abusivi di alimenti

Scritto da , 3 Marzo 2019
image_pdfimage_print

Nel corso della settimana, gli uomini del Compartimento Polfer per la Campania hanno attuato controlli serrati nelle principali stazioni della Campania, finalizzati alla prevenzione dei reati in ambito ferroviario, al contrasto dei fenomeni di illegalità ed alla lotta all’abusivismo. I dispositivi di sicurezza predisposti presso i varchi presidiati dai poliziotti hanno consentito di controllare 3504 persone in transito negli scali ferroviari e 1602 bagagli. Nelle stazioni di Napoli Centrale, Salerno, Battipaglia ed Aversa, l’attività diretta ad arginare il fenomeno dell’abusivismo è stata ulteriormente intensificata anche attraverso task force realizzate in collaborazione con Protezione Aziendale del Gruppo F.S.. Nell’ambito di questa sinergica azione di contrasto i poliziotti della Polfer hanno controllato e sanzionato 20 venditori abusivi ai quali sono stati sequestrati centinaia di accendini, calzini, ciondoli, penne, fazzoletti, destinati alla vendita abusiva, oltre ai borsoni utilizzati per celare la merce durante il trasporto. Per i venditori abituali sono scattate misure ulteriori: a dieci di essi è stato imposto l’ordine di allontanamento c.d. “Dacur”, mentre per altri tre sono state proposte od integrate le previste misure di prevenzione. Due venditori sono stati denunciati nella stazione di Aversa perché sorpresi a vendere generi alimentari deteriorabili in violazione delle norme vigenti in materia, a tutela della salute pubblica. In particolare gli alimenti non confezionati, quali ad esempio panini e caffè che gli abusivi custodiscono nei carrellini utilizzati per la vendita a bordo dei vagoni ferroviari, privi di etichette sono di dubbia provenienza e mal conservati e per nessun motivo possono essere destinati all’utenza, essendone vietata la vendita, la detenzione ai fini della vendita, la somministrazione e la distribuzione a qualsiasi titolo, proprio per i danni alla salute che possono causare. I controlli eseguiti nella settimana hanno permesso di trarre in arresto una arrestata; 9 le persone denunciate (2 per la vendita di alimenti in cattivo stato di conservazione; 4 inottemperanti al foglio di via obbligatorio; 1 per atti persecutori; 1 per resistenza a Pubblico Ufficiale, in quanto dopo essere stato sorpreso a bordo di un treno regionale privo di biglietto ha più volte spinto gli agenti polfer intervenuti, nel tentativo di sottrarsi al controllo; 1 per minacce ad incaricato di pubblico servizio.

red.cro.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->