Congresso Regionale FGS, eletto nella segreteria regionale Vittorio Cicalese

Scritto da , 16 marzo 2014
image_pdfimage_print

Si è tenuto lo scorso sabato a Salerno, presso la Sala Meeting del “Bar Moka”, il terzo Congresso Regionale della Federazione Giovani Socialisti convocato d’urgenza dal segretario uscente Silvano Del Duca, neo eletto segretario provinciale del PSI salernitano nonchè attuale vice-segretario nazionale della FGS. Dopo un interessante dibattito, che ha visto le diverse delegazioni provinciali del movimento giovanile socialista campano discutere sui temi più importanti quali occupazione, università, trasporti, cultura e tanto altro ancora – in presenza tra l’altro dell’attuale segretaria nazionale della FGS Claudia Bastianelli, del presidente nazionale FGS Vincenzo Iacovissi e di numerosi altri dirigenti nazionali e regionali – si è passati all’elezione del nuovo gruppo dirigenziale della Federazione Giovani Socialisti della Campania.

L’assemblea, all’unanimità, ha eletto l’avellinese Veronica Tarantino segretaria regionale, il sannita Daniele Gargano vice-segretario, Giovanni Oliviero presidente, Mauro Cozzolino coordinatore della segreteria, ed il salernitano Vittorio Cicalese – da poco più di una settimana eletto come neo-segretario cittadino della FGS Salerno – responsabile dell’organizzazione e tesseramento regionale.

“Inizia un cammino tanto impegnativo quanto allettante – ha affermato il segretario cittadino FGS e responsabile di organizzazione e tesseramento regionale, Vittorio Cicalese – le sfide che andremo ad affrontare da qui in poi saranno molteplici e ci permetteranno di confermare con i fatti le idee positive che finora hanno sempre contraddistinto l’idea socialista. Abbiamo bisogno di sentirci sempre più parte attiva di una cittadinanza che stenta a credere nella forza politica, e lo faremo partendo dai temi più importanti spesso denunciati e mai affrontati incisivamente”.

“Il ruolo affidatomi di segretario cittadino – prosegue Cicalese – ha l’obiettivo ben preciso di riportare nel capoluogo la fiducia nella politica, partendo dai tanti giovani che poco ne sanno e ancor meno ne vogliono sapere di ciò che accade nei luoghi istituzionali. La politica necessita di un rinnovamento che parta proprio dal locale, che si avvicini quanto più possibile ai giovani studenti, ai lavoratori precari, ai disoccupati, a tutti coloro che hanno bisogno di fidarsi delle personalità politiche ma non ne hanno più voglia. A livello sia cittadino sia regionale abbiamo il dovere di dire la nostra, di ispirare fiducia alla nostra generazione e a quelle immediatamente successive, seguendo le orme del nostro segretario uscente che tanto bene ha svolto il suo ruolo”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->