Comune, 365 milioni di debiti

Scritto da , 21 Luglio 2013
image_pdfimage_print

E’ disastrosa la situazione in cui versa il Comune di Salerno. Lo rileva il Fatto Quotidiano.it che ha fatto i conti in tasca all’amministrazione De Luca. Al di là dell’analisi politica (dove si paventa un possibile addio del vice ministro) a far scalpore sono le cifre che non fanno sperare nulla di buono per il futuro della città Europa dai tanti cantieri aperti. E dire che fino a qualche anno fa il saldo era positivo. Il risultato di amministrazione è precipitato dal più 1.500.000 euro del 2010 al meno 6.100.000 del 2012. Un debito complessivo di circa 365 milioni di euro di cui 110 per la spesa corrente (54 nelle sole società partecipate, tra le quali quella del trasporto pubblico ormai al collasso), 250 milioni per spese di investimento e 5 milioni per spese di altra natura. Il Comune vanta anche 368mila euro di residui attivi, crediti non riscossi, diversi dei quali risalenti anche a 25 anni fa e di conseguenza inesigibili. Perplessità sulla gestione che sono state sollevate anche dal collegio dei revisori dei conti, indipendente rispetto ai colori politici, che ha espresso in 57 pagine di relazione critiche severe nei confronti dell’amministrazione comunale sottolineanche anche i tre milioni di euro di debiti delle municipalizzate che non trovano riscontri nel bilancio e uno squilibrio notevole tanto che non risulta restituita al tesoriere parte dell’anticipazione ottenuta per l’anno 2012 (18.468.847,92). Senza considerare i continui rilievi della Corte dei Conti per spese gonfiate e assunzioni inutili (86mila euro all’anno solo per portare il Gonfalone). A ciò vanno aggiunti i 6 milioni delle luci d’artista, i 5 di perdite del Teatro verdi ed i 16 reclamati dalla Corte dei Conti. De Luca non lascia ma a raddoppiare, per ora, sono solo i debiti.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->