Colpo allo spaccio di droga, in manette due pusher

Scritto da , 29 novembre 2018
image_pdfimage_print

di Giovambattista Rescigno

MERCATO SAN SEVERINO. Altro colpo al narcotraffico messo a segno dagli uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia Carabinieri. Questa volta a cadere nella rete degli uomini diretti dal tenente Massimo Avallone, ed al comando del maggiore Cisternino, sono due pusher giovani della valle dell’ Irno, nella tarda serata di martedì 27 Novembre napoletani, gli uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile, stavano effettuando servizio di controllo del territorio allo svincolo autostradale di Mercato San Severino, quando notavano a bordo di un autovettura, che alla loro vista, iniziavano a dare segni di insofferenza, lanciando dal finestrino dell’autovettura tre involucri. Gli operanti, provvedevano a bloccare i due giovani ed a recuperare quanto lanciato dai fermati dal finestrino dell’autovettura. I due giovani, già noti alle forze dell’ordine, in quanto già gravati da piccoli precedenti penali, uno per reati contro la persona ed il patrimonio e l’altro collegato a resti specifici nel campo dello spaccio di sostanze stupefacenti. I fermati, venivano accompagnati in caserma, per gli adempimenti di rito, durante i quali i militari accertavano che i due giovani erano in possesso di tre involucri, nei quali erano state sistemati quarantacinque grammi di eroina, già preparata in dosi e pronta per essere immessa sul mercato degli stupefacenti nella Valle dell’Irno, che già da tempo, si va infittendo. I giovani dopo le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, venivano sottoposti al regime degli arresti domiciliari, in attesa della celebrazione del rito direttissimo tenutosi ieri presso il Tribunale di Nocera Inferiore. A distanza di circa una settimana dagli ultimi arresti messi a segno dal Nucleo Operativo della compagnia di Mercato San Severino, i controlli del territorio che si sono infittiti e divenuti capillari, così come preannunciato dal Maggiore Cisternino e dal suo collaboratore Tenente Avallone per la salvaguardia del territorio a loro affidato, affinché la legalità, ritornasse ad albergare, continuano a produrre i loro frutti. Tali attività di controllo, disposte a macchia di leopardo su tutto il territorio della compagnia, con l’ausilio ed impiego degli uomini dei comandi dipendenti, producono senza sosta risultati apprezzabili ed apprezzati dalla stragrande maggioranza delle persone, che si dichiarano apertamente soddisfatti dell’operato dell’Arma sul territorio. A tal proposito è giusto citare nuovamente quanto riferito pochi giorni orsono dal maggiore Cisternino, il quale nel merito così commentava “i risultati diuturnamente conseguiti entrano a far parte del costante e capillare controllo del territorio, l’impiego di uomini e mezzi a tutte le ore del giorno e della notte, subirà ancora maggiori incrementi, nell’ approssimarsi delle festività natalizie, l’ Arma non arretra di un solo passo in favore della sicurezza e assicurerà col massimo impegno possibile, mediante il sacrificio e l’abnegazione dei suoi appartenenti un Natale tranquillo a tutti”. Il Maggiore Cisternino ha sottolineato, che l’obbiettivo da perseguire per la tranquillità della gente non è il solo contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti; controlli saranno operati nei luoghi della movida ed ampi controlli anche al contrasto della produzione e vendita illegale di fuochi d’artificio”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->