Cittadinanza Onoraria a mario magaldi

Scritto da , 13 Luglio 2013
image_pdfimage_print

Dire “Magaldi” a Buccino è sinonimo di operosità, ingegno, innovazione, lungimiranza imprenditoriale. La Magaldi Industrie, fiore all’occhiello dell’imprenditoria Salernitana e Italiana, nasce come officina in un piccolo locale nel rione Borgo a Buccino, dove si fabbricavano armi da fuoco e attrezzi agricoli. Nel tempo, grazie alle idee, all’inventiva e alla tenacia, si è arrivati alla realtà attuale: un grosso gruppo industriale e imprenditoriale, con sedi nei 5 continenti, detentore di 40 brevetti, conosciuto in tutto il mondo per la “Tecnologia Affidabile” dei nastri trasportatori, progettati nella sede operativa di Salerno e realizzati nello stabilimento di Buccino, apprezzati per la qualità e per l’uso in situazioni anche estreme in termini di temperature del materiale trasportato. In occasione della Festa della Repubblica, al Presidente Mario Magaldi è stata conferita l’onorificenza di “Cavaliere del Lavoro” premiando l’eccellenza del mondo del lavoro e dell’imprenditoria caratterizzati da ricerca, innovazione e attenzione verso l’ambiente; mix vincente che porta la Magaldi ad esportare in 30 nazioni, dando lavoro ad oltre 200 addetti nelle sedi di Salerno e Buccino. Il Comune di Buccino, ha fatto eco all’onorificenza di Stato, conferendo, nell’ambito del Consiglio Comunale di sabato 6 giugno, al Presidente Mario Magaldi la “Cittadinanza Onoraria” con la motivazione, come dice il Sindaco Nicola Parisi, “di aver portato nel mondo, grazie all’esponenziale crescendo dell’ultra centenaria azienda di famiglia, il nome di Buccino, oltre all’importante ruolo economico dello stabilimento Magaldi in terra ‘volceiana’ ”.Alla breve, ma intensa cerimonia, sottolineata dai molti applausi dei cittadini intervenuti, era presente Mario Magaldi con la la figlia Letizia, che ha dapprima ringraziato per la gradita onorificenza e poi, con un velo di commozione, ha ricordato le tappe significative e la storia dell’azienda di famiglia che continua grazie ai figli Letizia, Paolo e Donatello, che rappresentano la VI generazione.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->