Cioffi: «Salerno punto di riferimento per Expo 2015»

Scritto da , 17 Gennaio 2013
image_pdfimage_print

«Expo 2015 deve essere un’opportunità per Salerno che ha tutte le caratteristiche per diventare una Città Expo». Lo ha dichiarato il dottor Pasquale Maria Cioffi, direttore del settore moda, eccellenze, eventi Expo2015 della Provincia di Milano, che è stato relatore della conviviale rotariana organizzata, lunedì sera al Grand Hotel Salerno, dal dottor Basilio Malamisura, presidente del Club Rotary Salerno, durante la quale si è dibattuto sul tema: “Expo 2015, il più grande evento internazionale dei prossimi 15 anni: Come Salerno può cogliere questa grande occasione”. Il dottor Cioffi, salernitano orgoglioso di esserlo, proprio in questi giorni, con la società Expo 2015, sta individuando una serie di città che possano diventare punto di riferimento per Expo 2015, che inizierà tra 831 giorni; ha spiegato quelle che dovrebbero essere le caratteristiche di una “Città Expo”: «Devono essere raggiungibili da Milano in poche ore; possedere attività e ricettività turistiche; avere la presenza sul territorio di siti Unesco e territori che preservino la bio – diversità». Salerno, fortunatamente, possiede tutti questi requisiti, come ha ricordato il dottor Basilio Malamisura che, incarnando lo spirito rotariano, nell’interesse della comunità salernitana e per cogliere al meglio questa grande opportunità, ha invitato alla serata i rappresentanti delle istituzioni salernitane: il Direttore della Provincia di Salerno, Francesco Fasolino; il Presidente Provinciale di Confesercenti, Enrico Bottiglieri; la direttrice di Confesercenti, Bianca Cecaro De Divitis; il Presidente di Intertrade, Vincenzo Galiano; il Presidente della Fondazione CaRiSal, AlfonsoCantarella; l’Assessore al Turismo del Comune di Salerno, Vincenzo Maraio; il Direttore di Confindustria, Nicola Calzolaro; il Presidente dell’Autorità Portuale di Salerno,Andrea Annunziata e il presidente della Società Aeroporto di Salerno, AntonioFasolino.«Bisogna fare rete, presentando progetti per contribuire allo sviluppo del tema dell’esposizione di Milano che è :”Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, che vuole includere tutto ciò che riguarda l’alimentazione che, con ogni probabilità, sarà al centro di ogni pensiero geopolitico del 21° secolo» ha spiegato il dottor Malamisura che ha intervistato, con grande professionalità e simpatia, gli illustri ospiti. «All’Expo di Milano, che durerà sei mesi, parteciperanno 130 paesi espositori. Si stima che arriveranno circa 20 milioni di visitatori, di cui un terzo stranieri» ha precisato il rotariano dottor Cioffi: «Dobbiamo creare un “Cantiere Salerno”. Il compito degli Enti del territorio, sarà quello di creare le condizioni per intercettare l’enorme flusso di turisti e d’investitori che potrebbero venire a Salerno, una città che oggi dà un’immagine positiva. Una sfida e un’opportunità anche per gli imprenditori, i commercianti, i ristoratori e gli albergatori del territorio». Il presidente provinciale della Confesercenti e membro della Camera di Commercio, Enrico Bottiglieri, ha ricordato che lo scorso anno, sono stati già avviati dei contatti con la provincia di Milano, promossi dall’associazione Expertise, da Confesercenti e dalla Provincia di Salerno e che è necessario creare una serie d’interventi per invogliare le imprese a partecipare e investire in questa grande manifestazione: «La Camera di Commercio farà da cerniera tra i vari enti». Il presidente Andrea Annunziata, dopo aver affermato che «il porto di Salerno è un’infrastruttura efficiente, moderna e organizzata che darà sicuramente il suo apporto», ha raccontato come, nel 2007, da sottosegretario ai Trasporti, contribuì a far scegliere Milano come sede dell’Expo: «Riuscimmo a convincere i paesi dell’ex Unione Sovietica a votare per Milano». Il professor Francesco Fasolino, ha ribadito che Salerno non può perdere l’occasione dell’Expo, mentre l’Assessore Maraio ha evidenziato che: «Oggi senza l’arrivo a Salerno di “Icaro” e Freccia Rossa”, non avremmo avuto la possibilità di competere e di sfruttare questa opportunità». Il Presidente dell’Aeroporto Antonio Fasolino, ha ribadito la necessità di far funzionare bene l’Aeroporto: «Permetterà di arrivare in 50 minuti all’Expo». Il dottor Nicola Calzolaro, di Confindustria, ha rimarcato la necessità di proporre l’identità del territorio con le sue eccellenze. Il Presidente di Intertrade Vincenzo Galiano, ha suggerito di muoversi subito, superando gli steccati dei partiti e i tempi della politica: «Con una rete d’imprenditori che operi sinergicamente». Il presidente della Fondazione CariSal, Alfonso Cantarella, ha ricordato che la Fondazione da tempo sta cercando di far conoscere il “Prodotto Salerno” affinché si investa nella nostra città.

 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->