Cinica e letale, la capolista se ne va

Scritto da , 28 Dicembre 2020
image_pdfimage_print

di Fabio Setta

Ci fossero stati i tifosi sugli spalti, al novantesimo si sarebbe sentito fortissimo il coro: “la capolista se ne va”. Venezia, quando si tratta di vertice, evoca sempre ricordi da brividi. 23 anni fa la Salernitana di delio Rossi proprio a Venezia con un perentorio 3-0 ci fu la conquista del primo posto e iniziò la fuga verso la serie A. Quest’anno la Salernitana di Castori è arrivata a Venezia già capolista, ma non ha fatto prigionieri e ha allungato su gran parte delle rivali in classifica, conquistando la seconda vittoria consecutiva, pesantissima, inoltre, in un vero e proprio scontro diretto.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->