Cavese, De Rosa: «La sosta arriva al momento giusto»

Scritto da , 2 Gennaio 2019
image_pdfimage_print

di Francesco De Pisapia

CAVA DE’ TIRRENI – La Cavese effettuerà la ripresa degli allenamenti sul finire della settimana. Mister Modica ha concesso alcuni giorni di riposo ai propri calciatori per far trascorrere loro questi pochi giorni di festa con i propri familiari. La prestazione di fine anno contro i falchetti rosso-blù, se da un lato ha lasciato l’amaro in bocca per come la sconfitta sia maturata, dall’altro lato ha almeno restituito lustro ad un calciatore che pur avviandosi verso la fine della carriera ha dimostrato ancora una volta un attaccamento ai colori blu-foncè entrando con impeto nel finale di gara e segnando anche il suo primo gol tra i professionisti (e sfiorandone un altro poco prima) dopo quasi duecento gare nelle categorie inferiori. Parliamo dell’attaccante Claudio De Rosa, che fino a domenica non era riuscito a ritagliarsi quello spazio necessario a poter dare il proprio contributo, anche se l’ex capitano non ha ne ha mai fatto un problema rispettando in silenzio quelle che sono le direttive del tecnico di Mazara:” “Peccato per il risultato perché ad un certo punto loro avevano abbassato i ritmi: poi con il senno di poi se avessi fatto gol prima forse avremmo riequilibrato la gara. Noi giochiamo sempre con i ritmi alti; fino ad oggi abbiamo dato il massimo e ci sta che puoi perdere qualche gara. Sotto di due gol e senza Favasuli per oltre cinquanta minuti di gioco non è semplice e per di più al cospetto di una squadra navigata e di categoria. La sosta arriva al momento giusto perché possiamo riprendere a lavorare duramente perché solo attraverso il duro lavoro e l’applicazione di schemi possiamo colmare quel gap tecnico con alcune squadre di categoria visto che siamo un team molto giovane. Il mio ruolo ed il mio obiettivo personale? Io sono stato chiaro già dall’inizio del ritiro con il mister qualunque fossero state le sue decisioni e su qualunque compito volesse affidarmi. Personalmente non ho nulla da dire. Mi auguro che il 2019 possa far si che io sia ancora a disposizione di questo gruppo per poterlo aiutare a fare sempre di più”. Sul fronte mercato anche se tutto tace, grosso modo non dovrebbero esserci stravolgimenti in quanto nessuno è in lista di sbarco e con molta probabilità dovrebbe arrivare al massimo solo un esterno difensivo (a sinistra) vista la carenza nel ruolo perché ad eccezione di Inzoudine gli altri vengono sempre adattati su quella corsia. Poi il diesse Pavone potrebbe sorprendere tutti magari portando qualche calciatore di prospettiva in qualche altro ruolo scoperto in categorie inferiori.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->