Cava ed Amalfi pronte a firmare la petizione per il doppio senso di via Croce

Scritto da , 21 agosto 2018
image_pdfimage_print

Un’alternativa al transito dei veicoli esclusivamente lungo il viadotto Gatto esponendo ancor di più la sua struttura a possibili cedimenti, alla luce della mole di veicoli alla quale ogni giorno è esposto, è la costituzione di un doppio senso di percorrenza su via Benedetto Croce. La petizione popolare indetta dalla nostra redazione da Salerno a Vietri sul Mare fino alla Costa d’Amalfi passando per Cava de’ Tirreni raccoglie sempre più sostegno e consenso. A Cava de’ Tirreni si inizierà a firmare da giovedì mattina presso lo studio dell’avvocato Alfonso Senatore, coordinatore provinciale del movimento Meridione Nazionale. Oltre a Davide Scermino essenza di Forza Italia a Vietri sul Mare si aggiunge alla lista dei favorevoli alla petizione un azzurro d’eccellenza, il consigliere provinciale Fulvio Mormile: “Io prima di tutto mi sento il consigliere provinciale di riferimento di Salerno città, per cui ancor più coinvolto, in una battaglia di buon senso che vede Forza Italia portare avanti una problematica connessa alla viabilità che interseca proprio il traffico che dalla Costiera Amalfitana arriva a Salerno ed attraversa il viadotto Gatto, oggetto di innumerevoli perplessità ,soprattutto in queste ore ,che hanno visto mettere in discussione l’ intero sistema di verifiche della staticità di ponti e quant’ altro in tutta la nazione , non può certamente, l’amministrazione comunale di Salerno, derubricare questi dubbi come suggestione generale”. Ad abbracciare una scelta di buon senso anche il Movimento italiano disabili attraverso il coordinatore competente su Salerno, Adriano Rescigno: “Occorre istituzionalizzare la responsabilità, l’amministrazione di Salerno deve ascoltare la voce dei tanti cittadini che percorrendo il viadotto Gatto ormai si affidano all’Altissimo temendo il peggio. In questa raccolta firme, noi ci siamo”. Le paure e le complessità legate al traffico sul viadotto Gatto si estendono anche alla Costiera ed è per questo che Andrea Cretella, presidente dell’associazione nazionale Mani Pulite non rimane a guardare: “Presto i moduli per firmare a favore del doppio senso in via Croce saranno disponibili anche nei territori della Costa d’Amalfi. Non è più contemplabile in una zona a vocazione turistica e commerciale la permanenza annosa di una viabilità pericolosa. Sono sicuro che la Costa risponderà in maniera saggia sulla questione”. Già è pronto invece il vulcanico avvocato metelliano Alfonso Senatore, coordinatore di Meridione Nazionale: “Quella del viadotto Gatto è una problematica che si riverbera su tutti i territori limitrofi per questo la città di Cava non può esimersi dal rispondere favorevolmente al doppio senso e per questo presso il mio studio legale di via Benincasa sarà possibile firmare la petizione già da giovedì mattina. E’ essenziale condurre questa iniziativa nell’ottica di evitare altri disastri”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->