Cava d.T. Nuova luce sull’assistenza alle persone Con il gruppo di lavoro del centro “il FaRo”

Scritto da , 22 novembre 2015
image_pdfimage_print

L’ASL Salerno garantisce alle persone non autosufficienti e in condizioni di fragilità, con patologie in atto o esiti delle stesse, percorsi assistenziali nel proprio domicilio denominati “cure domiciliari”.
I requisiti indispensabili che deve possedere il paziente per l’attivazione delle suddette cure sono innumerevoli: dalla condizione di non autosufficienza (disabilità) alla necessaria coesistenza di condizioni cliniche stabilizzate e di patologie con terapia medica definita. Inoltre sono necessarie idonee condizioni abitative e la presenza di almeno una persona affidabile appartenente al contesto familiare che possa dare supporto al paziente. Sono quindi esclusi i “soli assoluti”. I suddetti criteri devono essere presenti contemporaneamente.
“I destinatari del servizio -afferma Luigi Falcone, titolare del centro Il FaRo di Cava Dei Tirreni- sono principalmente quelle persone che presentano bisogni complessi sia di natura socio-sanitaria che socio-assistenziale, hanno pertanto priorità di accesso i pazienti con patologie cronico degenerative, acute temporaneamente invalidanti, oncologiche in fase avanzata o che richiedono nutrizione artificiale. Le cure domiciliari prestazionali sono tra l’altro collegate alla disponibilità di risorse umane dell’UO di Cure Domiciliari”.
“In questo percorso ad ostacoli e per sopperire a tali carenze -continua Falcone- negli ultimi anni sono nati in Italia numerosi centri privati di servizi sanitari e assistenziali come il nostro”.
“La nostra struttura -ribadisce Elisabetta Ronza, altra titolare del centro- garantisce operatori socio-sanitari altamente qualificati grazie ad un costante servizio di selezione, formazione e aggiornamento professionale per assicurare non solo una presenza alternativa a quella di un familiare, ma la totale gestione di tutti i fabbisogni diurni e notturni di un paziente, anche con un’offerta di servizi esterni, utili a sollevare da qualsiasi incombenza sanitaria e assistenziale la famiglia. I nostri servizi sono tra l’altro offerti a prezzi convenzionati facilmente accessibili a tutti”.
Cosa vi differenzia da altre realtà simili presenti sul territorio?
“Il nostro è un modello di cura della persona che si ispira a standard europei – continua Ronza – siamo in grado di accompagnare il paziente in ogni fase della degenza, dall’assistenza alla persona, alle prestazioni infermieristiche e medico-specialistiche fino alla diagnostica strumentale e di laboratorio a domicilio. Assicuriamo continuità e serenità, fornendo tempestive informazioni e competenze certe. La personalizzazione e flessibilità degli interventi e la detraibilità/deducibilità fiscale dei costi che i nostri clienti sostengono rendono Il FaRo un insostituibile referente in ambito socio-sanitario”.
In che modo è possibile prenotare i vostri servizi?
“L’approccio innovativo -afferma Falcone- è anche la gestione digitale dei servizi che permette di prenotare direttamente dal sito il pacchetto più idoneo alle esigenze dei propri cari. Per chi non ha voglia o capacità di farlo da internet, il nostro centralino risponde alle chiamate degli utenti 24 ore al giorno per 365 giorni l’anno. Siamo sempre presenti, anche solo per un consiglio o un’informazione.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->