Caterina Greco: “I salernitani preferiscono comprare i giochi nei negozi, non on line”

Scritto da , 6 Dicembre 2021
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

Caterina Greco è la titolare di ben tre esercizi commerciali dediti alla vendita di giocattoli per bambini. Due di questi con sede a Salerno (uno a Fratte ed un altro in via Dei Principati) ed uno a Capaccio – Paestum. 13 i dipendenti di “Giochi & Giocattoli” che lavorano con lei, il marito ed il figlio. Con un ritorno alla “normalità” se così la vogliamo chiamare Caterina ci racconta come è stato per una piccola imprenditrice come lei affrontare i lunghi mesi di lockdown e soprattutto come sono cambiate le spese dei salernitani soprattutto nel periodo delle festività natalizie… “Il primo lockdown è stato di sicuro il periodo più difficile. Chiudere le tre attività, dover tenere a casa i dipendenti, che hanno dovuto ricorrere alla cassa integrazione, il sostenere le spese che comunque non si sono fermate nonostante l’emergenza, non è stata cosa facile. Abbiamo cercato di andare avanti chiudendoci dentro uno dei negozi, io, mio marito e mio figlio, e attraverso le pagine social ed il nostro sito abbiamo continuato a vendere. Non per guadagnare, perché non abbiamo guadagnato, quel poco che siamo riusciti ad incassare è servito per pagare qualche spesa, visti i miseri ristori avuti”. La signora Greco spiega che proprio durante i lockdown la vendita di giocattoli, paradossalmente non si è fermata… “Dovendo stare chiusi in casa i genitori hanno pensato di acquistare giochi nuovi per i bambini, così da tenerli impegnati. Principalmente abbiamo venduto online molti giochi elettronici, costruzioni per i più piccoli e i classici giochi di società”. Poi la lenta ripresa con la riapertura, poi la nuova chiusura ed il Natale in zona rossa del 2020/2021… “Alti e bassi in cui non è stato di certo facile lavorare. Ma nonostante le restrizioni, la crisi, la pandemia, Natale 2020/2021 è andato bene sotto il profilo della vendita dei giocattoli. Non ci possiamo lamentare”. Ed ora Caterina Greco ed i suoi dipendenti si stanno preparando a vivere un nuovo Natale… “Le previsioni sono buone. Certo ci sono gli e-commerce che sono molto competitivi e in tanti purtroppo hanno preso l’abitudine di fare acquisti online. Ma nonostante tutto la nostra clientela resta affezionata a noi. Ama il contatto umano, quello che online non si riesce ad avere”. Ma i salernitani sono più per Babbo Natale o per la Befana? La signora Greco non ha dubbi… “Babbo Natale batte la Befana, da moltissimi anni ormai, anche se comunque la Befana si difende bene. Sono anni che ad esempio, noi proprio in occasione della Befana teniamo aperti i nostri tre punti vendita fino alla mezzanotte e poi apriamo anche il 6 mattina per qualche ritardatario”. La scelta dei regali per i più piccoli resta comunque ampia e variegata, eppure quest’anno ci sono delle novità. Novità che hanno spinto Caterina Grego alla realizzazione di un video a sfondo sociale dal titolo “Natale è tutti i giorni”… “L’idea mi è venuta vedendo alcuni prodotti nuovi che vendiamo nei nostri punti vendita, come ad esempio la Barbie sulla sedia a rotelle, tutta la linea di giocattoli della Montessori. E allora, in un periodo in cui c’è bisogno di capire e di far capire ai bambini che sono tutti uguali anche se si ha la pelle di un colore diverso, anche se si sta su di una sedia a rotelle, anche se non si sente, o non si vede, o ancora se si hanno problemi di apprendimento, ho pensato che fosse giusto, promozionare questa nuova linea di giocattoli. E così ho pensato a questo video girato in collaborazione con il progetto VividArte che vede coinvolti: la coreografa lis Michela Chirico, la promotrice lis Rosaria Sinforosa, il videomaker Andrea Palestra, il tutto supportato dal programma radio-web  “Un’altra storia” condotto da Antonio Miserendino e Alfonso Ferraioli, Due piccoli e simpaticissimi attori, Giorgia Di Giacomo e Raffaele Della Corte. Il tutto accompagnato da un brano scritto e cantato da Tommaso Fichele, su musiche inedite di Riccardo Pierro e registrato presso Lagartijas Recording Studio di Fabio Notari. Questo non è solo uno spot pubblicitario, è il mio personale augurio a tutti i bambini e soprattutto il mio messaggio a loro e ai loro genitori: non esistono diversità se non quelle che vogliamo vedere noi. Siamo tutti uguali e lo sapremo sempre”

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->