Caso Nalini, la Salernitana fa chiarezza con un comunicato sul sito web

Scritto da , 1 Luglio 2016
image_pdfimage_print

L’U.S. Salernitana 1919 precisa innanzitutto di aver messo a disposizione del calciatore tutte le risorse economiche e medico-sanitarie necessarie per ovviare alle molteplici complicanze sopraggiunte, specialmente nel corso di queste ultime due stagioni e dovute alle evidenti alterazioni biomeccaniche dell’atleta.

La stessa Società ha altresì concesso allo stesso Nalini consulti con i migliori specialisti italiani del settore (ortopedici, posturologi, chirurghi maxillo-facciali) che hanno tutti sempre convenuto con le diagnosi e prognosi effettuate dai sanitari del club. Quanto ciò affermato è certificato con documenti strumentali che sono agli atti di codesta Società.

Ma v’è di più, a richiesta specifica del calciatore la Salernitana ha inoltre autorizzato un lungo periodo di cure presso centri specializzati di gradimento all’atleta, sostenendo gli oneri di tutte le visite e le terapie effettuate. Si precisa altresì che la circostanza affermata da Nalini sull’offerta di un contratto irrisorio non corrisponde al vero in quanto la Direzione Sportiva, nonché il dott. Mezzaroma e il dott. Lotito, hanno a più riprese nell’arco dell’ultima stagione invitato il calciatore e il suo agente a sedersi al tavolo delle trattative al fine di discutere il rinnovo del contratto.

A tali inviti né il signor Nalini, con atteggiamenti sfuggenti, né tantomeno il suo agente, ritenevano opportuno incontrare la Società adducendo quale giustificazione che un’eventuale offerta di un club di Serie A non avrebbe lasciato alcun margine di trattativa. Se da una parte ciò appare legittimo e giustificato dall’altra si ritiene che le ultime dichiarazioni del calciatore appaiono piuttosto come un’elusione della realtà nei confronti della Società che lo ha puntualmente retribuito e supportato nel corso di mesi e mesi di assenza dai campi di calcio.

Nell’augurare a Nalini le migliori fortune professionali sui campi della Serie A, lo si invita ad astenersi dal diffondere notizie false e tendenziose tese esclusivamente ai fini di salvaguardare i suoi interessi personali e ad evitare atteggiamenti irrisori nei confronti della Società e della tifoseria che in questi anni lo hanno accolto e sostenuto in qualsiasi circostanza.

La Società infine si rende disponibile nei confronti dello stesso calciatore, del suo agente e di chiunque ne abbia legittimo diritto, a fornire la completa documentazione di quanto precedentemente affermato.

Il perpetrarsi di ulteriori dichiarazioni non veritiere saranno oggetto di azioni legali a tutela di codesta Società

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->