Cancellata la Bohème, l’ OSSCA Canta Napoli

Scritto da , 19 Luglio 2016
image_pdfimage_print

 

Domani alle ore 21, la neonata orchestra salernitana si ripresenta al pubblico dell’arena del mare con un canzoniere partenopeo

Dopo le infuocate discussioni che hanno fatto seguito alle rappresentazioni de’ La Traviata all’Arena Archeologica di Fratte e de’ Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini sul palcoscenico dell’Arena del mare di Salerno, il progetto firmato dall’Associazione Golden Benten Music, “Opera Lab Io… debutto” di Irma Tortora, resterà monco dell’ultima opera che gli iscritti al laboratorio avevano pur studiato, preparato e provato, Bohème di Giacomo Puccini. Opera Lab e ha infatti annullato la data del 6 agosto, quando dal sottopiazza del pennello, avrebbe dovuto essere lanciato il bacio più emozionante dell’opera verista. L’opera che avrebbe dovuta essere eseguita dall’ Orchestra Sinfonica Salernitana “Claudio Abbado” sarà forse ripresa in data e luogo da destinarsi. Ci ritroveremo, invece, domani sera, alle ore 21, all’Arena del Mare di Salerno, per un Carosello Napoletano, ancora un omaggio alla canzone classica napoletana che dalla “Tarantella” di Rossini corre lungo le pagine di “Core n’grato”, “Era de Maggio”, “Reginella”, “Caruso” e tante altre ancora. Sedici sono i pezzi in scaletta per il concerto di mercoledì sera durante il quale l’Orchestra Sinfonica di Salerno, diretta da Ivan Antonio, accompagnerà il tenore Francesco Malapena e il soprano Antonella De Chiara.Il 25 agosto un concerto da non perdere per tutti gli appassionati, perché l’OSSCA eseguirà di Pyotr Ilyich Tchaikvosky il “Concerto per violino e orchestra in re magg. op. 35”, con Gennaro Cardaropoli solista e di Ludwig van Beethoven la “Sinfonia n. 7 in la magg. op. 92”, l’apoteosi della danza.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->