Camerota, documenti tra i rifiuti: multa di 500 euro ad un turista

Scritto da , 19 Luglio 2013
image_pdfimage_print

CAMEROTA. Prosegue l’attività di controllo da parte dell’amministrazione Romano sull’abbandono dei rifiuti. I vigili urbani, in collaborazione con gli operatori ecologici, stanno effettuando una serie di controlli che hanno interessato il centro storico della frazione Marina e il litorale del Mingardo, dove nel corso dell’ultima settimana sono state eseguite verifiche in circa 30 strutture balneari. In particolare nel centro storico, nel corso di un accertamento, sono stati rinvenuti in un sacchetto documenti appartenenti ad una persona residente nel beneventano. Al soggetto sarà inflitta una multa di 500 euro, come previsto dall’ultima ordinanza firmata dal sindaco Antonio Romano. Polizia Locale in azione anche nell’ambito del controllo sulle occupazioni abusive di suolo pubblico, inoltre si sta accertando il possesso dei titoli autorizzativi da parte di alcuni esercenti di attività commerciale. Vanno avanti anche le attività di sgombero del viale Pietro Troccoli a Marina di Camerota, dove nelle giornate di martedì e giovedì sono stati allontanati  venditori abusivi che campeggiavano occupando senza autorizzazioni il suolo pubblico e in alcuni casi anche invadendo le aiuole. «Sono soddisfatto -dichiara il delegato Ciro Troccoli- per i controlli che stanno effettuando i nostri agenti, il rispetto della legalità è di fondamentale importanza per una civile convivenza, soprattutto l’abbandono dei rifiuti è un oltraggio ai nostri paesi incontaminati, che devono rimanere tali e dare l’impressione ai nostri turisti di essere arrivati in Paradiso e non in una discarica».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->