Calci e pugni, 11enne finisce in ospedale

In ospedale ieri mattina avrebbe raccontato di essere stata picchiata da alcuni conoscenti della stessa età. Accompagnata dalla madre, dopo una notte insonne, è stata visitata nel reparto di Pediatria dell’Umberto I per essere subito dimessa: ai medici avrebbe detto di aver subito un’aggressione venerdì sera mentre era con altre amichette. Sarebbe stata presa a calci e pugni e poi scaraventata contro un cancello di ferro da una ragazzina quasi della stessa età. Il motivo, probabilmente, è da ricercare negli screzi tra giovanissimi, ad una parola tira l’altra e quindi all’aggressione fisica. Ad avere la peggio una ragazzina di 11 anni prima colpita con calci e pugni e poi scaraventata contro un cancello e quindi a terra. E’ accaduto venerdì sera in piazza a Roccapiemonte alla presenza di molta gente. L’episodio non è passato inosservato agli occhi delle persone che hanno aiutato la giovanissima a rialzarsi per riaccompagnarla a casa. Quando è giunta dai genitori, la madre l’ha notata con alcune ferite (lievi) sul corpo e non ha esitato a chiederle cosa fosse accaduto. A quel punto ha dovuto raccontarle la verità parlando dell’aggressione subita mentre era in piazza con altre amichette. Ieri mattina, proprio la madre l’ha accompagnata presso il pronto soccorso dell’Umberto I di Nocera Inferiore parlando ai medici dell’aggressione subita dalla figlia: è scattato l’immediato trasferimento presso Pediatria dove la ragazzina è stata visitata e i camici bianchi non hanno ravvisato nessuna ferita seria e quindi l’hanno dimessa. Militari e procura per i minori stabiliranno se quell’aggressione abbia a che fare con atti di bullismo perpetrati a danno della 11enne oppure dietro c’è dell’altro. Nella vicina Castel San Giorgio, intanto, un branco di minorenni ha preso di mira alcune coetanee insultandole e sbeffeggiandole tra la gente.