Calabrese rassicura Matierno: «Strada pulita per la Via Crucis, ma situazione quartiere non è così grave»

Scritto da , 28 Marzo 2013
image_pdfimage_print

La spazzatura non abita a Salerno, l’inciviltà invece sì. Sintetico e lapidario l’assessore Calabrese, relativamente alla questione rifiuti nella zona di Matierno, il problema riguarda le persone non il comune che anzi non ignora nessuna parte della città, operando sempre là dove sorgano delle criticità. L’assessore comunale all’ambiente Gerardo Calabrese replica a chi accusa il comune di non guardare con attenzione alle problematiche delle zone più esterne della città.
Assessore Calabrese, questione rifiuti. Domani si terrà la Via Crucis tra Matierno e Cappelle e il percorso è ancora ostacolato dai rifiuti, il Comune che ha intenzione di fare?
«Conosco bene il problema e i suoi aspetti, credo sia ovvio che il comune ha già predisposto un intervento di pulizia della sede viaria, che sarà interessato dal percorso della sacra rappresentazione. A coloro che si chiedono il perché di un mancato intervento di pulizia in questi giorni, rispondo in maniera sintetica: contro gli incivili il Comune può poco e niente. Se avessimo deciso per un intervento di pulizia in questi giorni, venerdì il problema si sarebbe ripresentato uguale ed identico a quello odierno».
Salerno e i rifiuti, qual è la reale situazione?
«Il problema rifiuti, in città, non si sussiste. Il Comune fa tutto il possibile per assicurare ai cittadini una città pulita e vivibile, naturalmente poco possiamo contro coloro che non vogliono rispettare le normali regole di convivenza. Un dato significativo in merito ci è fornito da Legambiente che ci ha promosso per il problema rifiuti»
A Matierno la situazione sembra peggiorare, cosa ne pensa?
«Non credo che la situazione sia grave come la si dipinge, sono costantemente in contatto con il comitato Nuova Matierno e a quanto mi risulta problemi non ce ne sono. Non ho mai chiuso la porta in faccia a nessuno, il mio operato s’incentra sull’ascolto e la comprensione delle ragioni di chi esporre problematiche e criticità relative al territorio cittadino. Il comune fa tutto ciò che è nelle sue possibilità per riuscire a risolvere tutto ciò che potrebbe disturbare o arrecar danno ai cittadini. Purtroppo ripeto, abbiamo dei paletti, che ci sono stati imposti dalla difficile situazione economica in cui tutto il paese continua a ristagnare. Il dialogo, però, è un qualcosa che non è mai mancato, e questo vale per tutti, chiunque avesse un problema relativo ad un zona della città, sa che può contattarmi, la porta del mio ufficio è sempre aperta anche senza appuntamento».

 

28 marzo 2013

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->