Caditoie stradali piene di rifiuti: la denuncia dei salernitani

Scritto da , 8 marzo 2018

Erika Noschese

Ancora disagi a Salerno. Con le piogge di questi giorni, non sono mancate strade allagate e problemi alla viabilità. L’ennesima denuncia arriva da un cittadino salernitano che chiede provvedimenti seri e immediati da parte dell’amministrazione comunale per la pulizia delle caditoie stradali. In particolare, via Volpe – tra piazza XXIV maggio (ex piazza Malta) e via Nizza, risultava essere completamente allagata dopo la pioggia di martedì sera. «Spero che qualche amministratore comunale o un responsabili della viabilità prende dei seri provvedimenti per la pulizia della caditoie stradali vista che l’acqua piovana che da via Nizza va verso Piazza XXIV Maggio ex piazza Malta a fiume perché le caditoie sono totalmente ostruite da anni», ha dichiarato Bruno S., attraverso il gruppo Figli delle Chiancarelle, non noto a questo tipo di denunce. «Ma comunque è tutta la città in questo stato. Ma questi operatori ecologici o addetti alle pulizie delle caditoie che fine hanno fatto. Per cui il manto stradale va in dissesto creando varie buche. E pure i cittadini pagano le tasse dovute», ha poi aggiunto. La mancanza di manutenzione delle caditoie, a Salerno, è un problema che sempre più spesso viene esposto dai cittadini in quanto – con la pioggia – non mancano allagamenti e disagi, tanto per i pedoni quanto per gli automobilisti. Questa delle catidoie allagate è un problema che da sempre riguarda la città di Salerno: con le prime piogge invernali o – come nel caso di questi giorni con piogge abbondanti – la città si allaga comppletamente creando non pochi disagi alla circolazione. L’amministrazione comunale, dal canto suo, continua a non destinare fondi per la pulizia dei tombini e la situazione sembra essere sempre delicata. Con l’abbondante pioggia di ieri sera altrettanti disagi si sono verificati in città, sempre a causa delle strade allagate. I cittadini continuano a chiedere un intervento immediato all’amministrazione comunale che dal canto suo fa orecchie da mercante continuando a non intervenire. Nel mese di settembre, a ripulire i tombini ci pensarono i giovani socialisti di Salerno con un’iniziativa ad hoc per un’azione mirata a diminuire i soliti disagi che vivono i salernitani. In quell’occasione all’interno delle caditoie della città di Salerno furono rinvenuti tanti detriti e terriccio, tantissimi rifiuti di ogni tipo e genere (dai giocattoli ai preservativi, dai classici “mozziconi” agli scarti di caramelle, con l’aggiunta di tantissime nuove famiglie di blatte pronte a crescere per la gioia dei residenti nei quartieri). L’iniziativa fu messa in atto dal presidente regionale dei giovani socialisti della Campania, Vittorio Cicalese, ribadendo la volontà del suo gruppo di agire per il bene della comunità.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->