Bye bye Unico: tornano i biglietti marchiati Cstp

Scritto da , 15 Gennaio 2013
image_pdfimage_print

Tornano i biglietti marchiati Cstp. Sembra essersi finalmente sbloccata la controversa situazione riguardante il ritorno in capo alle aziende della bigliettazione, sancita con la delibera di Giunta regionale 611 dello scorso 19 ottobre. Dunque, pare che gli ultimi dubbi siano stati finalmente fugati. Come confermato, ieri mattina, dal presidente del Collegio dei liquidatori del Cstp, Mario Santocchio, a margine di un incontro con l’assessore provinciale ai trasporti Luigi Napoli e le organizzazioni sindacali. Dubbi che per quanto riguardava il Cstp sembravano essere sostanzialmente di natura economica. I nuovi criteri di bigliettazione, infatti, prevedono una riduzione del 10% sul costo del titolo di viaggio: tradotto, se ora il biglietto UnicoSalerno costa un euro e 20 centesimi, con l’entrata in vigore del nuovo regime costerà un euro e 10 centesimi. Un fattore che preoccupava non poco i vertici aziendali che vedevano in questa riduzione un sinonimo di perdita. Ma a quanto pare non sarà così dal momento che tutti i ricavi del traffico entreranno direttamente nelle casse aziendali, comprese le sanzioni. A ciò si aggiungerà anche la possibilità di fare il biglietto a bordo dell’autobus con una piccola maggiorazione (costo fissato ad un euro e 50). Un concreto scossone anche al fenomeno dei “portoghesi”, i viaggiatori senza biglietto. La Sita è già pronta a partire, con tanto di tariffario già stilato. Venerdì la Giunta provinciale delibererà in tal senso, cosa che il Comune di Salerno era disposto a fare già a dicembre ma fu posto un veto. «Prendiamo atto del cambio di direzione dell’azienda – afferma l’assessore Luca Cascone – Auspico che tale cambio di strategia sia frutto di accurate valutazioni economiche ed aziendali e non semplicemente per seguire la “consueta” indicazione politica». Nel corso della riunione di ieri in Provincia si è anche discusso della previsione di taglio di 5 milioni, di cui 1 milione e 800 mila euro al solo Cstp. L’assessore Luigi Napoli, ha affermato che «si tratta solo di un atto di indirizzo. Quella delibera non è esecutiva nella maniera più assoluta. Lo diventerà solo nel momento in cui il Governo nazionale applicherà tagli al settore trasporti, ma crediamo che non avverrà. La smettano di nascondersi dietro questo provvedimento per non ricapitalizzare». Sulla delibera deve decidere la Regione Campania che, nella giornata di ieri, avrebbe già dato un primo parere negativo al direttore di Sita Sud, Spinosa, tramite il dirigente Gaetano Botta. In parole povere, la Regione non pagherà l’Iva alla Provincia di Salerno sui trasporti. 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->