Bracigliano: non c’è festa senza Musica!

Scritto da , 24 aprile 2018
image_pdfimage_print

Presentato ieri mattina a Palazzo Sant’Agostino, il cartellone con undici eventi che in meno di un mese racconterà le tradizioni del territorio incorniciato dai monti Picentini

Di OLGA CHIEFFI

“Era de maggio e te cadeano ‘nzino /a schiocche a schiocche li cerase rosse, fresca era ll’aria e tutto lu ciardino/addurava de rose a ciente passe”. I versi di una delle più intense canzoni del periodo d’oro della canzone napoletana, del binomio Costa-Di Giacomo, faranno da talismano al cartellone composto da ben undici eventi che ci accompagnerà nel profumato maggio braciglianese. Ieri mattina, a palazzo Sant’Agostino la presentazione, alla presenza del Sindaco Antonio Rescigno e di Gaetano Stella direttore artistico, di questo cartellone che riunisce le tre anime del paese: la banda, le ciliegie e le favole di GiovanBattista Basile. Il primo appuntamento in calendario è martedì 1 maggio, alle ore 20, con un concertone, in piazza Tuoro dal titolo “Bracigliano in Concerto”. Sabato 5 maggio, alle ore 19.30, nella piazza principale, sarà l’ensemble di sassofoni  diretta da Lauro De Gennaro ad esibirsi al termine di una masterclass che andrà ad arricchire la Fest music 2018, che vedrà, poi, lo svolgimento, dal 9 al 13 maggio dell’abituale  International Music Competition, che vedrà in gara tutti gli strumenti e formazioni, di tutte le età, con tante sezioni cui iscriversi e innumerevoli premi per tutti. Infatti, domenica 13 maggio nella residenza nobiliare del marchese Nicola Gerardo Miroballo, Palazzo De Simone, si svolgerà la serata finale “Giovani Promesse” International Music Competition, mentre il giorno successivo avremo il Concerto “International Music Masterclass Fest 2018”, immaginiamo con i maestri e gli allievi dei corsi promossi dall’Associazione “Oltre” di Alfonso Sarno, affidati a Giovanni Punzi, Eros Sabbatani, Marilena Laurenza, Gaetano Falzarano, Filippo Azzaretto, Antonio Senatore, Giuseppe Squitieri, Lauro De Gennaro, Stefano Pagliani, Ilie Ionescu, Roberto Rossi. Il 18 maggio, sarà dedicato al teatro: alle ore 18.30, partendo dal dato storico secondo il quale Basile avrebbe ambientato alcuni suoi racconti tra Bracigliano e Mercato S. Severino, le compagnie teatrali delle scuole del territorio porteranno in scena un libero adattamento de “La Gatta Cenerentola”, per la regia di Serena Stella. Sabato 19, alle ore 21, in piazza Tuoro si vivrà la rievocazione storica di “Lu cunto de li cunti” con un momento dedicato proprio alla narrazione ed in particolare al racconto della parola più “scura” di Basile. Ed ecco il momento più atteso, quello della musica per grandi formazioni. E’ noto che Bracigliano è il paese delle bande, famiglie musicali quali i Cardaropoli e i D’Amato, come anche gli Amato, sono saliti sui podi delle diverse formazioni cittadine, oltre che ogni casa ha certamente qualche “fiato” o percussione che è in giro per l’intero Centro-Sud da maggio a ottobre. Ricordiamo, tra l’altro il concerto voluto quattro anni fa proprio a Bracigliano, dalla scuola di Strumentazione per orchestra di fiati, un nobile e perdurante vanto del nostro Conservatorio, che invitò, il celebre didatta e concertista americano Wesley J. Broadnax, unitamente al direttore della banda di Norcia Filippo Salemmi, a dirigere l’orchestra di fiati del Martucci, proprio nella chiesa di San Giovanni Battista di Bracigliano. Il rush finale, tutto bandistico, sarà “tirato” il 23 maggio, dall’Orchestra del Conservatorio Statale di Musica “Giuseppe Martucci”. Mentre, il 24 maggio, dalle ore 18 sarà di scena il Gran Concerto Bandistico Città di Bracigliano “Francesco D’Amato”, formazione di casa diretto dal M° Carmine Santaniello, alla testa del Conservatorio San Pietro a Majella, affiancato dal capobanda storico, il sassofonista Michele Minale. La banda è grande quando sfila e il “libretto” allestito per l’occasione non mancherà di far risuonare autori storici dagli Abbate ai Di Zenzo per le strade di Bracigliano, quindi, alle ore 20 si svolgerà il cosiddetto “servizio di Piazza”. Venerdì 25, Bracigliano ospiterà la banda di Gioia del Colle diretta da Rocco Eletto, un ritorno del maestro, dopo che è stato direttore della formazione di casa per oltre undici anni. Rocco Eletto passerà la bacchetta sabato ad una vera star del circuito bandistico, Susanna Pescetti, alla testa del “Città di Conversano “G. Piantoni” , col fido capobanda Enzo Blaco. Susanna Pescetti, sguardo magnetico, gesto chiaro e comunicativo, la quale ama scendere dai tacchi quando dirige, non usando la pedana, ma una striscia di tappeto persiano per “sentire” fisicamente le vibrazioni della formazione che dirige, farà da preludio al gran finale domenica 27 maggio, quando alle ore 20, si esibirà la Migliore Orchestra della Regione Campania premiata al concorso “Giovani Promesse” International Music Competition.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->