Blitz ‘Delizia’: in carcere Iacomino, sparò a rivale in amore

Scritto da , 25 Settembre 2021
image_pdfimage_print

Tra le 56 misure cautelari eseguite stamane nell’ambito della maxi operazione ‘Delizia’ condotta dai carabinieri del Comando Provinciale di Salerno, che ha sgominato un pericola associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga e detenzione abusiva di armi, c’è anche quella che ha disposto la detenzione in carcere per un pregiudicato originario di Torre del Greco (Na), ma residente a Capaccio Paestum: si tratta del 26enne Gaetano Iacomino. In passato, viveva ad Agropoli dove gestiva con il fratello una pescheria sul lungomare San Marco: nel giugno del 2016, in un agguato a sfondo passionale, tese una trappola con il fratello maggiore e sparò ad un commerciante capaccese rivale in amore, subendo per questo una condanna in primo grado, per tentato omicidio in concorso, a 10 anni e 4 mesi, poi ridotta in Appello a 7 anni. Dopo l’agguato in Via Piave, i due fratelli torresi si costituirono spontaneamente ai carabinieri: Gaetano Iacomino, nel corso del processo, è stato identificato come colui che, in preda ad un raptus di gelosia, premette materialmente il grilletto esplodendo un colpo di pistola contro il commerciante Raffaele Carione, ferito gravemente ad un polmone e salvato da un intervento chirurgico eseguito d’urgenza all’ospedale “Cardarelli” di Napoli. (altro servizio nelle pagine Agro)

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->