“Bisogna ripartire dai grandi fallimenti del centro sinistra: ambiente, sanità, rifiuti”

Scritto da , 9 Settembre 2020
image_pdfimage_print

Da Palazzo di Città a Palazzo Santa Lucia. Il consigliere comunale e provinciale Roberto Celano tenta la sfida più importante: conquistare uno scranno in consiglio regionale. Candidato con Forza Italia l’obiettivo – per Celano – è rimettere al centro dell’agenda politica temi fondamentali per il territorio quali l’occupazione giovanile, il turismo, la sanità. Siamo in piena campagna elettorale, complice il caldo estivo e questa nuova ondata di contagi è sicuramente una situazione atipica… “E’ certamente una campagna elettorale anomala, è difficile incontrare persone; dobbiamo organizzare incontri con numero ridotto di partecipanti e non si possono fare incontri di massa. C’è sicuramente una difficoltà a far conoscere la verità ai campani, per mesi martellati da una propaganda subdola, pagata con i soldi dei contribuenti, da parte del governatore che ha utilizzato l’epidemia per palesare una verità solo virtuale ma inesistente”. Palazzo di Città, Palazzo Sant’Agostino e ora Palazzo Santa Lucia. Quali sono i temi che intende portare al consiglio regionale della Campania? “Io credo bisogni partire dai grandi fallimenti del centro sinistra: sanità ed è inutile ricordare che abbiamo perso posizione per quanto riguarda i Lea, le condizioni dei pronto soccorso in Campania, le barelle nei corridoi, i tetti di spesa che terminano ogni mese e mezzo; il fatto che la Campania sia la seconda regione d’Italia per migrazione sanitaria. Sono indici concreti del fallimento del centro sinistra. Poi, il ciclo integrato dei rifiuti, le eco balle sono a terra insieme alle balle di De Luca che aveva promesso la loro rimozione in 3 anni, nel 2016 e non è stato fatto non un impianto in più rispetto a quelli già esistenti. Poi, l’ambiente; dobbiamo restituire sogni, fiducia e speranza ai nostri giovani perchè la Campania è la seconda regione d’Italia per migrazione dei giovani che vanno via in cerca di lavoro. Questo non deve più accadere, dobbiamo puntare su settori strategici per l’economia che possono essere un volano importante per l’aumento del Pil, della produzione, della produttività e, di conseguenza, l’occupazione, ovvero l’agricoltura e il turismo”. Sia al Comune sia in Provincia ha sempre fatto un’opposizione costruttiva, avanzando proposte concrete. Per la Regione Campania sta già lavorando ad alcune proposte da presentare? “Sì, noi – a proposito del turismo – dobbiamo immediatamente finanziare un grande progetto per la difesa della costa salernitana e in particolar modo le zone a sud della provincia come Camerota o Palinuro con un’opera di ripascimento delle spiagge laddove c’è necessità. Purtroppo il mare, in alcune zone, sta erodendo anche le strade e sta eliminando anche una parte consistente dell’arenile. Dobbiamo intervenire immediatamente e restituire la bellezza naturale della nostra costa, e difenderla, per incentivare anche il turismo. Poi, dobbiamo investire sulle infrastrutture e sulla viabilità della nostra provincia: non è possibile che ci si impieghi meno per arrivare a Roma rispetto ad alcune località del Cilento o Vallo di Diano”. Lei è impegnato in un tour elettorale che lo sta portando in giro per la provincia. Cosa chiedono i cittadini? “Libertà. Vogliono tornare ad essere liberi, di votare senza oppressioni, senza controllo sociale, senza essere obbligati a dare un voto in cambio di speranze o di favori. Dobbiamo liberare la Campania da un sistema che mira al controllo sociale e capillare della comunità e poi, ovviamente, la richiesta più costante è quella dell’occupazione giovanile, la necessità di creare opportunità per i giovani che vogliono lavorare e recuperare la propria dignità”. A poche settimane del voto emerge un’inchiesta della magistratura che vede indagato De Luca per una vicenda del 2017. Cosa ne pensa? “Io sono garantista ma questa storia è l’ennesima dimostrazione dell’arroganza con cui si gestisce il potere. Si distribuiscono risorse a pioggia agli amici, spesso senza il rispetto di regole e norme. Vedremo cosa succederà ma un cittadino non può leggere che agenti della polizia municipale vengono trasferiti con incarichi e stipendi maggiori presso altri enti, solo perché amici del sistema”. Perché gli elettori dovrebbero votare Roberto Celano? “Perché faccio la politica con passione da sempre, chi mi conosce lo sa. Perchè mi piace confrontarmi con la gente, rispetto le comunità, giro i territori e lo farò sempre perché l’impegno in politica è la mia vita”.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->