Bilancio: ok dei revisori, ma è il loro ultimo atto

Scritto da , 23 Marzo 2019
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

Il via libera del collegio dei revisori dei conti c’è. È l’ultimo atto prima della nomina dei nuovi “controllori” che saranno individuati durante la prossima seduta del Consiglio comunale. Ieri mattina la conferenza dei capigruppo ha formalizzato l’ordine del giorno e la data del Consiglio comunale. La seduta si terrà il prossimo 29 marzo e all’esame ci sarà l’approvazione del bilancio e degli atti allegati. In concomitanza, tra l’altro, con una seduta – sempre sul bilancio – di consiglio provinciale, che vedrà impegnati quattro consiglieri comunali (Paky Memoli, Roberto Celano, Felice Santoro e Dante Santoro) recentemente eletti a Palazzo Sant’Agostino. Una precedente seduta di Consiglio provinciale
ci sarà il 27 marzo, alle ore 11,00 con un corposo ordine del giorno – 17 punti – tra cui anche la proposta “Plastic free” del consigliere DemA Dante Santoro. Ad inizio della settimana prossima un doppio vertice di maggioranza: l’uno in provincia con Michele Strianese e l’altro al comune con Enzo Napoli. L’uno, il 25 marzo, per definire le deleghe da distribuire ai consiglieri provinciali, e l’altro – il giorno successivo – per far quadrato all’interno della maggioranza consiliare a Palazzo Guerra in vista della seduta del 29 marzo. Insomma, una ricca settimana politica ed amministrativa proiettata, tra l’altro, anche verso le prossime elezioni amministrative ed europee. A surriscaldare il clima, in particolare, a Palazzo di Città, chiusa la partita sul bilancio con il via libera dei revisori, restano due partite aperte: una sul Puc e l’altra sui dirigenti. Quest’ultima in particolare crea non poche fibrillazioni interne alla maggioranza dopo l’improvviso ridimensionamento del superdirigente Alberto Di Lorenzo, tra l’altro prossimo alle dimissioni e quindi a lasciare gli uffici comunali di Salerno. Centoventitree le osservazioni, invece, che sono state presentate alla revisione al Puc: due sono state già respinte perché presentate fuori termine. Per l’esame e l’approvazione del nuovo piano urbanistico comunale si prevedono tempi non proprio brevissimi.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->