BCC di Aquara: un 2014 molto soddisfacente

Scritto da , 15 Maggio 2015
image_pdfimage_print

I dati del bilancio relativo al 37° esercizio, anno 2014, sono stati presentati lo scorso 10 maggio dal Presidente Luigi Scorziello e dal Direttore Generale Antonio Marino, dinanzi ad una platea di oltre 200 persone intervenute all’Assemblea dei Soci convocata nei locali del neo quartier generale, futura sede amministrativa della Banca, in Capaccio. BCC Aquara chiude il 2014 con un utile netto di 1 milione e 607 mila euro. “Il quadro generale, emerso dall’incontro con i soci, è del tutto soddisfacente” – afferma senza alcun indugio il Direttore Generale Antonio Marino – “ Siamo una banca sana, solida e che gode di stima. Siamo riusciti ad incrementare il patrimonio mantenendo l’equilibrio e rafforzando i crediti. Sono 37 anni che diamo solo numeri positivi”. Pronto ad affrontare sfide future, con lo spirito della cooperazione si dice anche il Presidente Scorziello, il quale non manca di sottolineare l’importanza dello sviluppo del territorio, soprattutto per le attività che insistono su di esso. Tanti i progetti realizzati nel 2014, a partire dalla nuova filiale aperta a Campagna che porta a 9 il numero complessivo, per rafforzare i presidi territoriali, e che va ad aggiungersi alle Filiali di Aquara, Castel S. Lorenzo, Roccadaspide, Capaccio, Eboli, Battipaglia, Salerno ed Oliveto Citra, tutti Comuni molto significativi ed economicamente vivaci. In particolare: nell’ ambito dell’attività di gestione del risparmio , la raccolta complessiva si attesta a circa 225 milioni di euro, aumentando di oltre 17 milioni (+8%) sul 2013, di cui 214 di raccolta diretta e 11 milioni di raccolta indiretta, con un incremento dell’ 8,28%. Bcc di Aquara può vantare crediti alla clientela per 135,8 milioni, con una crescita del 4% sul 2013 e rispettando il trend positivo degli ultimi 10 anni, nonostante la situazione di crisi che investe da anni il sistema. Vivace si può definire anche l’attività di acquisizione di nuova clientela: nel solo 2014 la Banca ha aperto 1.736 nuovi conti correnti ed è aumentato il numero dei clienti titolari di rapporti attivi e passivi, passati da 5.976 a 6.352 per l’attivo e da 16.797 a 17.014 per il passivo. La crescita prosegue nel 2015, infatti nei primi 4 mesi dell’anno sono stati aperti già 660 c/c, l’attesa è di aprire ben 2.000 conti entro la fine dell’anno. Il patrimonio aziendale ammonta a 27,10 milioni di euro e risulta in crescita di un + 9,92 % rispetto allo scorso esercizio. La compagine sociale, inoltre, si è ulteriormente accresciuta attestandosi a 1257 soci del 2014 a fronte dei 1231 dello scorso esercizio. La BCC è riuscita ad aumentare la base sociale grazie alla reputazione di “vera banca del territorio” attuando il solido principio della “porta aperta” come cardine per la cooperazione. La banca stessa sta cambiando pelle per adeguarsi ai cambiamenti imposti da una società sempre più complessa e stringente dal punto di vista delle regole imposte dalla vigilanza unica. Il Direttore Generale conferma che sta mutando il modo di fare banca, aumentano i servizi di consulenza orientati a garantire investimenti “personalizzati” per sostenere e irrobustire la struttura delle imprese, motore del territorio. C’è necessità di rigore, competenza e molto lavoro per affrontare gli impegni che si affacciano all’orizzonte, spinti dai venti di riforma che soffiano nell’ultimo periodo, per non farsi trovare impreparati e per competere, facendo fronte alle esigenze di quanti ci stanno più a cuore: giovani e imprese.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->