Battipaglia, Lucarelli (La Destra): «Unica direzione amministrativa per gli ospedali di Eboli e Battipaglia»

Scritto da , 28 Luglio 2013
image_pdfimage_print

Battipaglia. Sull’ospedale unico il segretario provinciale de La Destra Fausto Lucarelli aveva le idee chiare già nel 2008 quando da consigliere comunale fu delegato dall’allora sindaco Gennaro Barlotti alla sanità. «Quando fui delegato dal sindaco Barlotti alla sanità – ricorda il segretario provinciale de La Destra -, presentati un progetto per il riordino della sanità nella Piana del Sele in attesa della realizzazione dell’ospedale unico. Parliamo degli ospedali di Eboli e Battipaglia che distano solo cinque chilometri l’uno dall’altro. L’assunto è essenziale. Sono due ospedali fotocopia. La mia idea fu quella di proporre un solo pronto soccorso efficiente da realizzare a Battipaglia». Un’idea che si scontrò con le spinte politiche provenienti da Eboli. Ma Lucarelli va ancor più a fondo al problema. «In una momento difficilissimo economicamente per l’Asl – continua – sarebbe importante poter accorpare diversi reparti dei due ospedali. In che senso. Un solo pronto soccorso efficientissimo a Battipaglia, e l’ospedale di Eboli trasformato in una struttura che ospita ambulatori e interventi programmati. Sul modello dell’ospedale Pascale a Napoli». E poi Lucarelli spiega anche come si potrebbe applicare un risparmio in vista del pagamento dei debiti della sanità Campana. «In pratica si potrebbe trasformare due ospedali in uno unico – continua il medico battipagliese -. Unico dal punto di vista amministrativo. Accorpare i reparti significa avere un solo primario che agisce sulle due strutture. Battipaglia votata all’emergenza e Eboli che agisce sul programmato. Il tutto andrebbe nella direzione che ci ha indicato lo stesso Squillante nel corso della sua visita. Dare maggiori servizi e più efficienza ai pazienti. Un rapporto con i pazienti il più diretto».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->