Banchetto battesimale con scazzottata

di Pina Ferro

Banchetto per un battesimo si trasforma in una furiosa litigata. In sei finiscono dinanzi al giudice del tribunale di Salerno.
Tutto comincia per una pausa sigaretta dal pranzo, concessasi da due ragazzi. Alla sbarra sono finiti Maria Amalia Galardi, Francesco Nobile, Gaetano Nobile, Alessandro Di Mauro, Carmine Mancino, Nunziante Mancino.
L’episodio si è verificato a Sieti di Giffoni Sei Casali, dinanzi ad un noto ristorante del luogo.
I due Alessandro Di Mauro e Miriana Mancini, invitati al banchetti, fidanzati, ad un certo punto del pranzo si sono allontanati guadagnando l’uscita per fumare una sigaretta e mentre chiacchieravano tranquillamente quando all’improvviso sono stati investiti da un secchio d’acqua gettato da Maria Amalia Galardi istigata, secondo il capo d’imputazione, dall’anziano marito Francesco Nobile. Questi ultimi due abitano al piano immediatamente superiore al ristorante in questione e pare che non abbiano mai visto di buon occhio l’attività di ristorazione. E’ stata sempre vista come un elemento di disturbo. Un gesto improvviso che non era stato preceduto da nessuna discussione. Subito dopo essere stati investiti dalla secchiata d’acqua i due sono stati raggiunti da Francesco Nobile che non ha esitato a minacciarli. A questo punto dalle parole si è passati ai fatti. Alessandro Di Mauro si è avvicinato all’anziano e lo ha aggredito fisicamente procurandogli ferite guaribili in due giorni di prognosi.
A questo punto la situazione diviene ingestibile: alla discussione con relativa rissa intervengono sia il figlio del Nobile che la titolare del ristorante oltre ad alcuni commensali.
Pare che alla base della discussione e del malessere vi fosse proprio la presenza non gradita dell’attività di ristorazione.
Ora ogni decisioni, su chi ha ragione su cosa e sui fatti accaduti è del giudice del Tribunale di Salerno dinanzi a cui si sta celebrando il processo. Sicuramente quella vissuta è stata una situazione spiacevole che ha rovinato quello che doveva essere un bellissimo giorno di festa in famiglia, e invece… sarà ricordato per la rissa che si è scatenata nata dalla banale presenza dei giovani dinanzi ad un locale.