Arriva lo street control in città: Multe per le auto in doppia fila

Scritto da , 9 Luglio 2016
image_pdfimage_print

di Brigida Vicinanza

E’ lotta all’inciviltà a Salerno, a partire dalle strade e dal traffico. Dal 25 luglio infatti “Street control”, il controllo delle vie appunto, arriva a Salerno, portando con sé la vera repressione per quanto riguarda auto in doppia fila, auto rubate, soste selvagge e mancata revisione. L’attività di monitoraggio sarà condotta dai vigili urbani che riceveranno in dotazione 140 palmari per il costo giornaliero di 1 euro, e due telecamere noleggiate per tre anni. Le telecamere saranno installate su due pattuglie, costeranno 12mila euro per tutti i tre anni e quando il noleggio “scadrà” saranno di proprietà del Comune di Salerno. Su palmari e tablet verrà caricata l’applicazione Street Control e i palmari saranno collegati con le telecamere per l’individuazione dei trasgressori. “Il sistema Street Control leggerà le targhe e potrà farlo anche se l’auto marcia ad una velocità di 100 kmh – annuncia Elvira Cantarella, Comandante dei Vigili Urbani, che ha continuato – verificherà se l’automobile rientra in una black list, se è rubata, assicurata, revisionata. Se l’auto in doppia fila è anche senza conducente, si procederà all’immediata convalida del verbale; se a bordo c’è il conducente, la prima pattuglia con telecamera a bordo passa, rileva e segnala alla pattuglia che sopraggiunge, quest’ultima incaricata di notificare il verbale all’automobilista indisciplinato. Sarà possibile non solo realizzare video ma anche scattare foto per dimostrare la violazione. Basta con comportamenti incivili che bloccano il traffico e inquinano la città”. Il Comune di Salerno lo annuncia e lo scrive anche sui pannelli gialli che sintetizzano la campagna di comunicazione e che saranno affissi negli spazi comunali destinati alla pubblicità in queste due settimane che precedono l’introduzione . “Bisogna eliminare l’inciviltà che dilaga a Salerno” chiarisce Enzo Napoli, sulla stessa lunghezza d’onda di De Luca che durante il programma a Liratv scherza sulla questione “I tangheri che parcheggiano dove vogliono dal 25 in poi non potranno più farlo”. Sono stati già individuati alcuni punti critici in cui il sistema funzionerà maggiormente: “Da piazza Monsignor Grasso, a Mercatello, fino al Teatro Verdi e ritorno. Ma anche in via Settimio Mobilio, via Luigi Guercio, nel quartiere Carmine. per quanto riguarda il problema di personale all’interno del corpo dei vigili urbani Napoli ha sottolineato: “Abbiamo problemi di limite d’età per i vigili urbani. Molta parte del personale ha prescrizioni mediche che impediscono di svolgere mansioni su strada. Stiamo ragionando con l’assessorato competente: Luci d’Artista non è poi così lontano e l’anno scorso qualche problema l’abbiamo avuto. Intensificheremo il numero di stagionali”. “Il nuovo dispositivo entrerà in vigore il 25 luglio ma non è che in questi quindici giorni d’attesa daremo libero sfogo all’anarchia – commenta Mimmo De Maio, assessore alla mobilità – continueremo a vigilare, anzi annunciamo un intervento importante nel centro storico cittadino. E’ stato già fatto un sopralluogo la settimana scorsa. Lavoreremo anche nelle Ztl, liberandole dalle auto in esubero perché qualcuno ne approfitta”. Napoli e De Maio poi hanno annunciato importanti novità sulla questione dei parcheggi in città: “Sono in corso verifiche con il Demanio dello Stato per far rientrare nella disponibilità comunale l’area di parcheggio attigua al Genio Civile. Inoltre lunedì si terrà il Comitato Portuale. Con l’Autorità Portuale e la Capitaneria lavoriamo ad un’ipotesi di altri 140 posti auto nell’area di Piazza della Libertà“. Mentre rimane in standby la questione Piazza Alario.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->