Apre un gol di Bocalon, chiude Simy

Scritto da , 29 ottobre 2018
image_pdfimage_print

di Fabio Setta

Era davvero lì a portata di mano e sarebbe stato un successo legittimo e meritato. Trascinata dal vento la Salernitana ha sfiorato il colpaccio ma si è fatta risucchiare nel finale in un pareggio amaro. Un’ottima prestazione, non c’è dubbio, quella della Salernitana di Colantuono che a Crotone domina a lungo, cedendo campo solo nel finale e tornando a casa con un punto e tanto rammarico. Nella prima frazione, soprattutto, sulle ali del vento la Salernitana ha fatto la partita, collezionando angoli su angoli. Il 3-5-2 di Colantuono con Mazzarani interno anziché fantasista ha consentito ai granata di occupare bene il campo e di prendere subito in mano il gioco. Il Crotone ha fatto davvero poco mentre la Salernitana dopo soli cinque minuti ha sprecato con Bocalon un’occasione colossale. In tutto il primo tempo, però, la squadra granata ha dato l’impressione di poter segnare da un momento all’altro. Un buon giro palla, esterni molto propositivi e un Odjer in perpetuo movimento. È mancato però il cinismo, in qualche ripartenza o la precisione su qualche cross oppure quel pizzico di cattiveria agonistica in occasione degli otto angoli conquistati. L’unico concesso al Crotone poteva costare caro, ma Sampirisi da buona posizione ha spedito il pallone fuori. La squadra di Stroppa, però, ha fatto poco, con Stoian e Firenze in ombra mentre Budimir è stato annullato da Migliorini. Nel secondo tempo, nonostante il vento contrario, i granata
hanno cercato di proseguire sulla falsariga della prima frazione e sull’ennesimo corner, su sponda di Mantovani, Bocalon si è fatto trovare pronto, superando Cordaz. La reazione del Crotone? Più confusa che altro. La squadra di Stroppa non è mai riuscita a prendere davvero in mano la gara. L’unica vera occasione a una decina di minuti dal termine ma Micai è stato straordinario a togliere dalla porta un colpo di testa di Budimir da pochi passi. Sembra davvero fatta ma a cinque dalla fine su cross di Martella, Simy ha trovato il gol del pareggio. Nel finale convulso la Salernitana ha sofferto ma ha tenuto, portando a casa un pareggio, per cui magari alla vigilia avrebbe firmato, ma che ha lasciato non poco amaro in bocca.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->