Anziano truffato di cinquemila euro

Scritto da , 28 novembre 2015
image_pdfimage_print

Con l’avvicinarsi del Natale c’è chi si mette all’opera per preparare addobbi, alberi e festoni, chi va in giro in cerca del regalo giusto e c’è chi moltiplica la sua attività di truffatore per un lauto cenone. Un ottantenne salernitano, residente in via Lauro Grotto, è stato raggirato ieri pomeriggio. Cinquemila euro il bottino che hanno portato a casa i truffatori. L’anziano ha ricevuto, poco dopo ora di pranzo, una telefonata da parte di una persona che sosteneva di essere suo figlio. Una telefonata concitata in cui riferiva al padre che era stato coinvolto in un gravissimo incidente stradale. Dopo averlo rassicurato sulle condizioni fisiche riferiva che la situazione era molto grave e che gli altri mezzi coinvolti avevano riportato gravi danni e che c’erano anche persone finite.  Il “finto” figlio aggancia senza aggiungere altro ma non passano neanche cinque minuti che il telefono squilla nuovamente. Dall’altra parte una persona che sosteneva essere l’avvocato del figlio. Anche quest’ultimo rappresentava una situazione delicata. “Suo figlio è nei guai e rischia di vedersela brutta per l’incidente che ha provocato con la sua auto”. L’anziano è visibilmente scosso ed il truffatore sfrutta il momento di debolezza dell’uomo. “Con cinquemila euro forse riusciamo a tamponare la situazione”. Specificando poi… “Se mi date subito questi soldi riusciamo ad evitare la denuncia penale che, al momento, rappresenta il pericolo maggiore e poi magari sistemiamo le cose per i danni”. L’eccellente dialettica accompagnata da una “recitazione” credibile hanno convinto l’uomo a fissare immediatamente un appuntamento per consegnare i cinquemila euro.  Non si sa se l’anziano disponesse della somma già in casa o fosse riuscito in tempi rapidi a raggiungere la banca per un prelievo. In ogni caso l’ottantenne veniva raggiunto presso la propria abitazione dal finto avvocato che si faceva consegnare i cinquemila euro e, dopo aver promesso di sistemare tutto, si allontanava rapidamente da via Lauro Grotto. L’anziano pensava di aver tirato fuori il figlio dai guai… Poco tempo e l’uomo comprenderà di essere stato raggirato (probabilmente da almeno due persone). Il figlio rientra a casa e quando l’ottantenne gli chiede se era tutto sistemato riceve una risposta che gli fa gelare il sangue: “Papà sto bene, nessun problema. Quale incidente, non sono rimasto coinvolto in nessuna situazione del genere”. L’uomo riferisce di aver consegnato la cifra di cinquemila euro ad una persona che si era spacciata come il suo legale. A questo punto il figlio ha allertato la polizia per formalizzare la denuncia. Sul posto sono giunti gli uomini della sezione volanti della polizia di stato coordinati dalla dottoressa Rosanna Trimarco. Al vaglio degli inquirenti le immagini delle telecamere presenti in zona oltre agli elementi forniti dall’anziano truffato nel pomeriggio di ieri.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->